Ararat Akhtamar 10 anni – Recensione

Ultimo aggiornamento: 08.08.22

 

Principale vantaggio

Le tecniche di produzione classiche impiegate da questo brand di origine armena permettono di godere di un distillato dal gusto avvolgente, dall’aroma spiccato e peculiare, che rilascia note ricche e intense. 

 

Principale svantaggio

Per quanti sono alla ricerca di una soluzione economica, probabilmente dovranno dare un’occhiata ad altri brandy, perché il prezzo di questo prodotto è uno dei più alti che si trovano su Internet, nonostante sia di pregio.

 

Verdetto: 9.1/10

L’invecchiamento in botti di quercia e la miscelazione con altri vini permette di ottenere questo brandy di qualità superiore, particolarmente indicato per gli amanti del distillato. La bottiglia, inoltre, è anche particolarmente elegante, perciò adatta da esporre.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Distillazione

Quando si è alla ricerca del migliore brandy sul mercato è normale dare sempre un’occhiata alle soluzioni un po’ più costose. Spesso però vengono tralasciati, anche tra queste ultime, quei distillati particolari, unici, di pregio e che meritano davvero una menzione. Ararat è un brand armeno antico, fondato nel 1887 da Nerses Tairyan e che segue ancora oggi le tecniche di produzione classiche. Ciò significa che, a differenza di altre proposte, questa è realizzata a partire da vini armeni, corposi e forti.

Questi vengono poi fatti riposare all’interno di botti di quercia per almeno tre anni: ciò permette di godere poi di un retrogusto legnoso piacevolissimo. Inoltre, il vino viene poi mescolato con altri seguendo le tecniche di invecchiamento molto simili a quelle impiegate per il pregevole brandy Solera di origine spagnola. Tutto questo comporta che il risultato finale è un distillato unico, particolare e da sfoggiare nelle migliori cene tra amici e parenti, come conclusione perfetta del pasto.

Bouquet aromatico

Quanti desiderano assaggiare qualcosa di diverso, di unico e spettacolare possono senza dubbio provare la qualità elevata di questo brandy Ararat Akhtamar 10 anni.

Le tecniche di invecchiamento classiche conferiscono a questo distillato un colore ambrato davvero unico, che spicca maggiormente quando versato a temperatura ambiente nel bicchiere da brandy.

Ma la sua tonalità non è l’unica peculiarità da considerare, perché ci sono alcuni elementi olfattivi davvero unici. Un esempio? Il retrogusto di miele, noci, prugne secche e i sentori di vaniglia e di quercia, che conferiscono quel quid pregevole adatto per qualsiasi occasione di relax. Inoltre, la lunga durata e gli accenni olfattivi di cannella sono perfetti per chi vuole gustare questo distillato insieme a un dolce al cioccolato.

Insomma, si tratta di qualcosa di diverso e unico, che abbraccia le esigenze di tutti gli amanti dei superalcolici di elevata qualità, senza rinunciare però al gusto tradizionale che solo il brandy può offrire.

 

Rapporto qualità/prezzo

Inutile fare finta di niente: siamo tutti alla ricerca di quel qualcosa che ci permetta di evitare di spendere troppo, pur avendo la qualità alta. Ebbene, probabilmente l’unico neo di questo brandy Ararat è che il suo prezzo non è dei più bassi che si trovano sul mercato. Ma al netto di questa peculiarità, il rapporto tra spesa e resa è uno dei migliori che si possano incontrare.

Il motivo è da ritrovare tanto nell’alta qualità del tipo di invecchiamento e soprattutto di vini impiegati, che sono poi la base per qualcosa di unico, quanto nella bottiglia, cioè la confezione. Di quest’ultima ne parleremo nel prossimo paragrafo, perché ora c’è da sottolineare proprio un aspetto importante.

Le note olfattive alternative rispetto i brandy nostrani, il tipo di invecchiamento simile a quello Solera rendono questa proposta unica, adatta soprattutto per essere servita liscia. Infatti, l’azienda suggerisce di evitare il classico on the rocks, e di preferire invece momenti di relax sorseggiando il distillato a temperatura ambiente.

 

Collezione

Eccoci infine all’ultima caratteristica principale di questo brandy, collegata senza dubbio alla sua confezione. Infatti, come si può notare facilmente fin dal primo sguardo, si nota che la bottiglia ha un design pregiato, ricercato ed elegante. Ciò significa che, comprando questo brandy Ararat, potrete decorare anche la dispensa, rendendola particolare e unica.

Complice anche il colore ambrato del distillato e l’immagine del monte da cui prende nome la distilleria. Questo brandy è infatti invecchiato per più di 10 anni, ma l’azienda propone anche altre soluzioni sicuramente più costose ma molto particolari.

Per esempio, visitando la distilleria o il sito web, o contattando il servizio clienti è possibile scoprire anche altre bottiglie, il cui brandy è rimasto per 50 e 100 anni nelle botti di quercia.

Insomma, il succo del discorso è che scegliere di acquistare questo articolo vuol dire godere di qualcosa di ricercato e unico, sotto il punto di vista qualitativo del distillato e della confezione.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI