White Lady: ricetta, ingredienti e origini dell’irresistibile cocktail bianco

Ultimo aggiornamento: 08.05.21

White Lady Cocktail

Tempo di preparazione5 mins
 
Come preparare il White Lady Cocktail
 
Dosi per: 1 persona
 
Ingredienti:
  • 4 cl di gin
  • 3 cl di triple sec
  • 2 cl di succo di limone
 

Il White Lady è un cocktail all day sour dal gusto pungente e aromatico che si prepara con gin, triple sec e succo di limone. Vediamo come realizzarlo a casa per rendere speciale il momento dell’aperitivo o l’after dinner.

 

Il White Lady, chiamato anche Delilah, Chelsea Side-car e Lillian Forever, è un drink dal sapore deciso e aromatico in cui la freschezza degli agrumi si intreccia al gusto pungente ed erbaceo del gin. Parente stretto del Sidecar Cocktail, da cui differisce solo per l’utilizzo del gin al posto del Cognac, è un all day sour adatto a ogni occasione e a tutte le ore, ponendosi come proposta ideale per un after dinner di grande soddisfazione o un aperitivo degno di questo nome.

Il gin e il triple sec lo rendono una miscela dal tocco avvolgente, mentre il succo di limone dona un’ulteriore spinta di sapore al mix, attenuandone la componente alcolica. Insomma, un cocktail con cointreau elegante e di gran classe, proprio come il suo nome!

Tra le molte ipotesi sulle sue origini, la più accreditata vuole che sia avvenuta a Parigi, all’Harry’s Bar, negli anni Venti del secolo scorso. Secondo la leggenda, sarebbe stato dedicato dal barman Harry MacElhone – già inventore del Sidecar e dell’Alexander – a una signora vestita di bianco, che presa da un momentaneo malessere si riprese dopo aver sorseggiato la bevanda per lei improvvisata.

Al pari dei tradizionali triple sec cocktails, anche il White Lady è un drink shakerato che va servito rigorosamente freddo, per cui si consiglia di raffreddare la coppetta che lo ospiterà riempiendola con dei cubetti di ghiaccio che, però, andranno rimossi prima di versare la miscela nel bicchiere.

Quella che vi proponiamo oggi è la ricetta ufficiale dell’IBA (International Bartenders Association), anche se una variante molto diffusa prevede l’aggiunta di una parte di albume per aggiungere consistenza e cremosità al cocktail, sebbene – a nostro avviso – il sapore dell’uovo lo appesantisca e ne rovini l’eleganza aromatica.

 

Come realizzare il White Lady Cocktail

Dal momento che stiamo parlando di un cocktail shakerato da servire in una coppetta ghiacciata, prima di cimentarvi con la ricetta dovete riempire il bicchiere con dei cubetti di ghiaccio in modo da farlo raffreddare o, in alternativa, lascialo per mezz’ora nel freezer.

Fatto questo, spremete mezzo limone e filtrate il succo con un colino a maglie strette per rimuovere i semi ed eventuali residui di polpa. Versate nello shaker tutti gli ingredienti insieme a 4-5 cubetti di ghiaccio, chiudete il coperchio e agitate per almeno 7-8 secondi. Rimuovete il ghiaccio dalla coppetta e versate il drink al suo interno.

Essendo un cocktail sobrio ed elegante, il White Lady va servito senza troppi orpelli né guarnizioni aggiuntive, ma potete comunque decorare il bicchiere con una mezza fettina di limone per rendere il tutto più accattivante. Infine, se si utilizza un triple sec poco zuccherato e molto “agrumato”, consigliamo di arrotondarne il gusto acidulo con un filo di sciroppo di zucchero.

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments