Come fare la sangria spagnola: la ricetta originale

Ultimo aggiornamento: 20.10.21

 

Sangria spagnola

La migliore sangria spagnola al mondo
Tempo di preparazione20 mins
 
Ingredienti:
  • 1 bottiglia di vino rosso
  • 30 ml di brandy
  • 2 pesche
  • 1 mela
  • 1 stecca di cannella
  • 40 g di zucchero
  • 1 arancia 

La sangria è una bevanda alcolica tipica della Spagna, ma che ha raggiunto il successo in tutto il mondo: si serve in diverse occasioni e si prepara con del buon vino rosso, anche se ha delle varianti che possono permettere di usare altre bevande. 

Un esempio è la sangria bianca invernale o catalana, che si prepara con l’uso di vini bianchi e spumanti. Facile e veloce da preparare, ha un basso livello di difficoltà quindi piò essere realizzata da tutti.

 

Ricetta sangria

Se non sapete come fare la sangria a casa, usando i nostri ingredienti il procedimento risulterà più semplice. Potrete anche utilizzare un buon vino rosso veneto come base e seguire queste indicazioni.

In primo luogo dovrete procurarvi un recipiente e versare al suo interno il succo dell’arancia e una stecca di cannella. Sbucciate le pesche, tagliatele a pezzi e mettetele insieme al preparato, unendole alla mela e all’arancia dopo averle tagliate. 

A questo punto aggiungete anche il brandy e lo zucchero di canna, infine il vino per sangria. Mettete il tutto in frigo per circa cinque ore, poi aggiungete del ghiaccio e versate tutto in una brocca, meglio se dalla bocca ampia, in modo da poter raccogliere mele, pesche e vino tutto insieme.

Potrete servire la vostra sangria originale accompagnandola con degli stuzzichini, con spiedini di frutta o anche con qualche piatto tipico spagnolo. Potrete, per esempio, organizzare una serata in tema “sangria e paella”.

Qualche consiglio in più

Se non volete usare le pesche tra gli ingredienti della sangria potete sostituirle con il melone invernale, ma anche con i kiwi o le pere, basta che scegliate della frutta di stagione in quanto dovrete usarne anche la buccia. 

Se inoltre non avete o non volete usare il brandy, potrete sostituirlo con il rum. Non dimenticate di lasciare che tutto maceri per bene, in quanto solo in questo modo il suo sapore sarà ancora più buono.

Potrete infine aggiungere un po’ di soda o di bevanda al gusto di arancia o limone, per dare una maggiore quantità di bollicine al tutto. 

 

Come conservarla

Potrete metterla in frigo e conservarla per un massimo di tre giorni, ma è preferibile togliere la frutta dal vino per non fare in modo che si ammorbidisca e che modifichi il sapore della bevanda. 

Sarà anche possibile prepararla un giorno prima rispetto a quando dovete servirla agli ospiti, ma sempre lasciandola in frigorifero. 

 

Origini della sangria

La sangria ha origine spagnole, infatti il suo nome deriva da “sangre”, una parola che vuol dire sangue e che la caratterizza proprio per il colore rosso datole dal vino. Pare che, secondo la leggenda, questa bevanda fosse servita tra i contadini del Portogallo e che presto arrivò fino a Madrid, da cui si diffuse per tutta la Spagna.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI