Il miglior bourbon

Ultimo aggiornamento: 27.09.20

41

 

 

Le nostre selezioni dei migliori bourbon

Abbiamo recensito per voi i migliori bourbon del 2020, una tipologia di whiskey prodotto principalmente negli Stati Uniti d’America, con una storica tradizione radicata nel Kentucky. Se non sapete quale bourbon comprare, ma avete voglia di assaggiare questo prodotto tipico, potete fare pieno affidamento sulla nostra classifica, che potete trovare direttamente qui in basso.

 

 

1. Bulleit Bourbon Frontier Whiskey 70 cl

 

Se siete alla ricerca di un nuovo bourbon da aggiungere alla vostra collezione, allora il Frontier Whiskey di Bulleit potrebbe fare al caso vostro. Si tratta di uno dei più venduti sul mercato nonostante non abbia un prezzo particolarmente basso. Il motivo di questa popolarità è naturalmente il sapore unico, asciutto e deciso, dato dall’elevata percentuale di segale presente nel mash bill, che lo rende piacevole da consumare sia liscio sia come base per cocktail. 

L’invecchiamento, proprio come vuole la tradizione, avviene in botti di quercia tostate nel Kentucky, fattore che gli conferisce note di acero e noce moscata. Al palato si avvertono pepe, spezie e vaniglia mentre sul finale si può percepire un aroma di caramello. Rispetto ad altri bourbon ha un volume alcolico leggermente inferiore, fermandosi a un 45% contro i più classici al 50%.

Il prodotto ha vinto ben due medaglie d’oro alla San Francisco World Spirits Competition, una vera e propria eccellenza americana che gli amanti del bourbon non possono lasciarsi sfuggire.

Acquista su Amazon.it (€23,85)

 

 

 

2. Maker’s Mark Bourbon Whisky 70 cl

 

La compagnia iniziò l’attività nel 195, quando il fondatore Bill Samuels utilizzò una ricetta di famiglia, risalente a 170 anni prima, per la realizzazione di un bourbon unico nel panorama dell’epoca. La bottiglia qui analizzata ha un design interessante, con un sigillo in ceralacca che riporta indietro nel tempo e omaggia le prime bottiglie realizzate dalla moglie del fondatore, Margie Samuels. 

Si presenta dunque in modo eccellente qualora vogliate fare un regalo gradito a un amico in grado di apprezzare questo distillato. Dal punto di vista aromatico troviamo legno di quercia, caramello e vaniglia, questi ultimi persistono anche all’assaggio, senza risultare però eccessivamente aggressivi grazie al bilanciamento di lievi note fruttate. Sul finale è morbido e pastoso, lascia dunque una piacevole sensazione in bocca.

Il costo, differentemente da quello che si potrebbe pensare, non è eccessivo e si colloca in una fascia intermedia. Un’ottima opzione, dunque, anche per chi non vuole spendere troppo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Buffalo Trace Kentucky Straight Bourbon 700 ml

 

Il bisonte americano è uno degli animali statunitensi più iconici e il brand Buffalo Trace riprende proprio questo potente erbivoro come simbolo di forza, in grado di ricordare l’epoca dei pionieri e della frontiera inesplorata. Tra le sue offerte non manca dunque un classico Kentucky Straight Bourbon, dal sapore estremamente convincente a un prezzo sorprendentemente contenuto.

La bottiglia si è accaparrata la medaglia d’oro all’International Wine and Spirits Competition del 2019 e alla Los Angeles Whisky Competition del 2018 oltre a numerose raccomandazioni da parte delle migliori riviste del campo, facendo incetta di premi in tutto il mondo.

All’aspetto si presenta con un colore ambrato intenso mentre al naso sono percepibili aromi di vaniglia, menta e melassa. Ciò si riflette nel gusto, dolce e speziato con picchi dati dall’anice, una combinazione decisamente originale nel panorama dei bourbon, che potrebbe intrigare i consumatori alla ricerca di qualcosa di diverso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Knob Creek Bourbon Whiskey 70 cl

 

La bottiglia proposta da Knob Creek ricorda un po’ la classica fiaschetta di liquore che i personaggi dei film americani nascondono nel trench. Se il design non dovesse essere abbastanza per convincervi, potreste trovare motivi a sufficienza per acquistarla analizzando il prezzo, contenuto, e le sue proprietà organolettiche. 

Dal colore ramato, l’aroma principe è zucchero d’acero, con una profondità conferita invece da nocciole tostate e l’immancabile quercia, aroma legnoso e affumicato dato dalle botti in cui il prodotto invecchia. Secondo i pareri espressi dai consumatori è un bourbon molto intenso, potrebbe quindi non essere adatto ai neofiti che potrebbero trovarlo un po’ eccessivo a causa del suo volume alcolico al 50%. 

Si rivela piacevole anche se mescolato a un po’ d’acqua o in cocktail come l’Old Fashioned. Ideale per un regalo di compleanno, assicurandosi naturalmente che il festeggiato sia maggiorenne e possa quindi gustarsi questo prodotto senza alcun problema.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Wild Turkey 101 Bourbon Whiskey 700 ml

 

Come recita la pagina ufficiale del brand Wild Turkey: “Tutto il bourbon è whiskey ma non tutto il whiskey è bourbon”. Facendo fede a questo concetto, la compagnia propone un distillato iconico, il Wild Turkey 101, con un alto contenuto di “rye”, ovvero segale, nel mash bill. Dopo l’iniziale procedura, il prodotto invecchia in botti di quercia americane che sono maggiormente segnate dall’affumicatura, per fornire proprietà incisive e ricercate dagli esperti.

A una comparazione con altri prodotti, la presenza di segale si avverte fin dal primo assaggio, pertanto potrebbe spiazzare chi è abituato a bourbon classici, tuttavia è un gusto acquisito da non sottovalutare, che potrebbe potenzialmente spingervi a preferire questa tipologia.

Per quanto concerne la fascia di prezzo in cui si colloca il Wild Turkey 101, è intermedia, pertanto potreste valutarne l’acquisto se volete un buon bourbon da aggiungere alla vostra collezione o anche da regalare a un amico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Jim Beam Kentucky Straight Bourbon Whiskey 100 cl

 

Quando si parla di bourbon e whiskey non si può citare uno dei brand statunitensi più famosi: Jim Beam. La loro produzione include una gran quantità di distillati ma quello qui proposto, il Kentucky Straight Bourbon è il più economico della classifica, adatto quindi a chi ha un budget limitato o vuole acquistare una bottiglia per assaggiare per la prima volta la bevanda. 

Invecchiato per quattro anni in botti di quercia nuove, acquista note dolci di caramello e vaniglia con un retrogusto speziato tipico del bourbon. Gli utenti affermano che una delle caratteristiche più interessanti dei prodotti Jim Beam è il profumo, caratteristico e inconfondibile, anche se al palato esistono distillati più complessi che potrebbero interessare maggiormente gli appassionati.

Se realizzate spesso cocktail, è una bottiglia che in casa non deve mai mancare, perde un po’ di punti, come è facile immaginare, solo nella degustazione on the rocks.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Four Roses Kentucky Straight Bourbon Whiskey 0,7 l

 

Se foste alla ricerca di un bourbon a prezzi bassi, probabilmente la scelta migliore si rivelerebbe il Kentucky Straight di Four Roses, brand che può far risalire la sua storia fino al 1888. Invecchiato per un periodo di minimo cinque anni, acquisisce note floreali e fruttate, con una punta di spezie e miele. Al palato è morbido e si percepiscono aromi di pera e mela, che persistono sul finale. 

Non sarà il miglior bourbon della nostra lista, né il più strutturato, tuttavia i consumatori sono comunque soddisfatti e lo reputano un prodotto intermedio adatto a chi si avvicina per la prima volta a questa bevanda. Dà il meglio di sé nella realizzazione di cocktail, dove potrete sbizzarrirvi con mixologie originali senza preoccuparvi eccessivamente di sprecare una bottiglia pregiata.

Per idee regalo, invece, sarebbe il caso di valutare altri prodotti dal momento che la confezione non si presenta in modo particolarmente elegante.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Jim Beam Single Barrel Kentucky Straight Bourbon Whiskey 70 cl

 

Il bourbon Jim Beam, per quanto possa essere considerato più industriale rispetto a tante altre alternative qui presentate, si rivela comunque una scelta più che ottima per tutti gli utenti che vogliono assaggiare qualcosa di molto classico. 

In particolare la bottiglia Single Barrel, più pregiata del classico Straight Bourbon della compagnia, presenta delle note caratteristiche apprezzate da tutti gli appassionati, ovvero l’aroma di legno tostato, vaniglia e caramello con una leggere punta di spezie che arricchiscono la degustazione.

Il costo è intermedio, non dovrete quindi spendere molto per portarvi a casa il Single Barrel e si presenta anche in modo soddisfacente qualora vogliate fare un regalo a un amico. Il consiglio dei consumatori è quello di berlo liscio oppure on the rocks, tuttavia ci si può preparare anche cocktail come l’intramontabile Manhattan, con 5cl di Jim Beam, 2 cl di vermut rosso e per guarnire una ciliegia al maraschino.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

9. Rebel Yell Bourbon 700 ml

 

Il bourbon Rebel Yell è riuscito a guadagnarsi una certa fetta di mercato sfruttando l’immaginario collettivo secondo il quale la bevanda sia associata all’ideale di ribellione. Non bisogna dimenticare però che la distilleria originale è in attività da circa 150 anni e ha quindi una lunga storia alle spalle , inoltre, la bottiglia in questione, può fregiarsi del titolo di Kentucky Straight Bourbon.

Il mash bill presenta una quantità di mais elevata, pari al 68%, con un 20% di frumento e il restante 12% di malto d’orzo. Gli aromi principali che colpiscono immediatamente sono quelle di miele, burro e uvetta, dando così al distillato un sapore dolce che lascia spazio a qualche nota speziata.

Per scoprire dove acquistare il Rebel Yell Bourbon, non dovete far altro che cliccare sul link sottostante, potrete scoprire così immediatamente il prezzo e capire se rientra nel vostro budget o se preferite puntare su qualcosa di più economico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

10. Bladnoch Bourbon Expression Limited Release

 

Tra i distillati venduti online che abbiamo avuto modo di analizzare in questa sede, il Bladnoch è uno dei più costosi. Si tratta di un’edizione limitata con astuccio e bottiglia elegante, perfetti per un regalo per appassionati. In questo caso, però, c’è bisogno di fare una precisazione, parliamo infatti di un whiskey scozzese, prodotto nella cittadina di Bladnoch nella Scozia sud occidentale, che acquisisce il nome “Bourbon Expression” poiché affinato per dieci anni in botti ex-bourbon provenienti dagli USA. 

Per le sue proprietà originali ha ottenuto il riconoscimento di miglior whiskey ai World Whiskies Award del 2019 e la medaglia di bronzo, invece, al San Francisco Spirits Competition dello stesso anno.

Un’eccellenza dunque che potrebbe soddisfare il palato dei più esigenti. Chi vuole invece un bourbon puramente americano, nato e prodotto interamente sul suolo statunitense, allora dovrebbe puntare a uno dei distillati che abbiamo precedentemente recensito.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Origini e uso

 

Storia

Con il termine bourbon si intende un distillato ottenuto dal mais, di produzione prettamente statunitense da non confondere con il whiskey, nonostante alcune volte sia riportata tale dicitura. In realtà i due alcolici sono comunque imparentati poiché secondo la leggenda, Elijah Craig, scoprì per puro caso il bourbon in seguito a un incendio che aveva bruciato le botti dove stipava la sua riserva di whiskey. Non sappiamo se sia andata effettivamente così ma il punto cruciale della storia è la realizzazione che il legno bruciato era in grado di dare al liquido un sapore unico e piacevole.

Secondo le regole statunitensi, affinché il prodotto sia chiamato bourbon deve seguire delle regole ben precise stabilite dal Federal Standard of Identity for Bourbon, tra cui si può evidenziare la necessità di usare una miscela di cereali, chiamata mash bill, che contenga il 51% di mais; il distillato deve invecchiare esclusivamente in botti di quercia nuove e tostate e deve essere posizionato in queste ultime con un massimo di alcol in volume pari al 62,5%.

Solo se il processo di invecchiamento si svolge per almeno un anno nel Kentucky, allora si può fregiare del titolo “Kentucky bourbon”, una delle zone più famose degli USA per la produzione della bevanda. Infine, se invecchiato per almeno due anni, può chiamarsi Straight ma sull’etichetta deve essere indicato il periodo esatto di invecchiamento. 

Qualora il periodo non sia indicato, ma vi sia comunque la dicitura Straight, vuol dire che il distillato è rimasto in botti per quattro anni. Sono questi piccoli dettagli a fare la differenza e vi possono aiutare quando siete indecisi e non sapete come scegliere un buon bourbon.

Mix

Il bourbon, così come il suo parente prossimo, il whiskey, solitamente danno il meglio di sé quando bevuti lisci oppure on the rocks, aggiungendo magari un po’ d’acqua. Tuttavia non è raro che venga utilizzato come base per diversi cocktail. 

Si possono realizzare dunque mix come l’Old Fashioned, che prevede 4 cl di whiskey o bourbon, una zolletta di zucchero, qualche goccia di angostura e un po’ d’acqua o soda per far sciogliere lo zucchero. Il tutto versato in un bicchiere da whiskey con ghiaccio, aggiungendo una scorza di limone per guarnire.

Per affrontare la calura estiva, invece, si può optare per un ottimo Whiskey Sour, molto semplice da realizzare ed estremamente refrigerante. Si usano per la sua preparazione 4 cl di bourbon, 3 cl di succo di limone e 1 cl circa di sciroppo di zucchero. Mescolate il tutto in un bicchiere old fashioned, quelli classici per consumare il whiskey, con un po’ di ghiaccio e una fetta di limone.

In tema di mix rinfrescanti non possiamo dimenticare il Mint Julep, molto popolare negli stati meridionali degli USA, soprattutto in Louisiana. Per la sua preparazione avrete bisogno di 6 cl di bourbon, zucchero bianco, un cucchiaio d’acqua e germogli di menta. Pestate insieme zucchero e germogli di menta in un bicchiere, aggiungendo un po’ d’acqua e infine il bourbon. Versate nel bicchiere del ghiaccio ridotto a pezzetti e decorate con qualche foglia di menta.

 

Conservazione

Per far sì che la vostra bottiglia duri quanto più tempo possibile una volta aperta, sarà necessario prendere delle precauzioni. Innanzitutto è bene evitare che sia esposta alla luce solare. I raggi ultravioletti, infatti, oltre a far evaporare l’alcol, modificano anche il sapore degli alcolici, facendo perdere loro quelle note aromatiche caratteristiche. Se volete comunque esporre il vostro bourbon, magari perché in edizione limitata, assicuratevi che sia sempre in un luogo fresco e asciutto, non direttamente illuminato dalla luce del sole.

Evitate inoltre di far riposare la bottiglia in orizzontale, non si tratta certo di un vino e deve quindi necessariamente restare in posizione verticale, in modo che il liquido non entri a contatto con il tappo di sughero e lo corroda, facendo entrare così ossigeno all’interno della bottiglia.

 

Valore nutrizionale

Un bicchiere di bourbon, quindi circa 30 ml, contiene ben 100 kcal che, potrebbero a prima vista non sembrare tante, ma sappiamo che i bicchieri si accumulano facilmente, soprattutto se siamo in buona compagnia. La carica energetica viene principalmente dai carboidrati, poiché il distillato è composto fondamentalmente da cereali, bisogna quindi limitarne il consumo se state seguendo un regime alimentare specifico.

Bere responsabilmente

Non bisogna mai dimenticare che l’alcol, oltre a nuocere gravemente alla salute, può avere conseguenze molto più immediate sulla vostra vita. Gli incidenti stradali causati da guidatori in stato di alterazione sono molto frequenti ed è dunque importante organizzarsi attentamente. 

Il modo migliore per non rinunciare a qualche bicchiere, magari durante il fine settimana, è quello di scegliere, magari effettuando una rotazione, un guidatore deputato che resterà sobrio, evitando così che qualcuno si metta al volante esponendo a inutili rischi sia sé stesso sia i passeggeri.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments