Storia, curiosità e prezzi del Madeira, vino liquoroso sorprendente

Ultimo aggiornamento: 20.10.21

 

Il vino Madeira è un prodotto liquoroso che ha una lunga storia alle spalle, iniziata quando i portoghesi raggiunsero l’isola omonima. Vediamone insieme prezzi, caratteristiche e curiosità.

 

Madera o Madeira?

Talvolta è possibile trovare questo vino indicato sia con un nome sia con l’altro, portando quindi potenzialmente a delle diatribe su quale sia il vero nome. Ebbene, se vi è capitato di litigare con un vostro amico sulla pronuncia corretta, sappiate che lo sono entrambe, infatti Madeira è la dicitura portoghese mentre Madera è quella italianizzata, con cui ci riferiamo anche alla stessa isola.

Il termine madeira viene tradotto con “legno” e l’isola venne chiamata così dai portoghesi che la raggiunsero nel 1418 poiché era completamente costituita da foreste. Il suolo si prestava bene alla coltivazione, grazie anche alla natura vulcanica dello stesso, pertanto gli esploratori iniziarono a piantare viti di vario tipo, come Sercial, Verdelho e la Malvasia. Il vino Madeira nacque però quando si sentì l’esigenza di fortificare il liquido, per far sì che affrontasse i lunghi viaggi via nave per le Americhe e l’Europa. 

Trattandosi di un prodotto liquoroso, non tutti lo trovavano in linea con i propri gusti e le navi ne riportavano carichi a Madeira, cosa che ampliava ulteriormente il loro bouquet. Riuscì a conquistarsi un seguito nel vecchio continente, dove divenne popolare nel diciottesimo secolo, fino alla distruzione di molti vigneti dell’isola a causa della fillossera, un insetto giunto sulle navi che provenivano dalle Americhe che distrussero molti dei vitigni, costringendo i coltivatori a ripiegare sulla canna da zucchero. A partire da quel momento il vino di Madeira vide un collasso produttivo, tanto da essere relegato a semplice vino da cucina.

Madeira vino

Il mito di questo vino liquoroso si è tramandato nei secoli e molti produttori hanno cercato di carpirne i segreti. Un dettaglio fondamentale che divenne chiaro a chi cercava di riprodurlo sulla terraferma, al di fuori dell’isola Madeira, era lo sbalzo di temperatura a cui il liquido veniva continuamente sottoposto: di giorno temperature calde e umide e di notte invece molto più fredde. 

Sorge dunque spontanea la domanda, come poter replicare queste singolari condizioni climatiche senza dover inviare navi su rotte transoceaniche? Aguzzando l’ingegno si decise di posizionare le botti di vino al di sotto dei tetti delle cantine durante il periodo estivo, mentre durante quello invernale venivano spostate nelle zone più basse, come i seminterrati.

L’unico svantaggio di questa tecnica produttiva è rappresentato dai costi di gestione, che fanno lievitare il prezzo finale del prodotto, per questo è stato creato anche il metodo chiamato a “estufas”, ovvero usando fonti di calore artificiali per riscaldare il vino nelle botti, abbattendo i tempi di produzione da 20 a 5/10 anni. Il processo di esposizione al calore viene chiamata maderizzazione, sia esso controllato o incontrollato, dando vita dunque a ossidazione.

 

Il vino ossidato fa male?

Generalmente il vino ossidato non fa male alla salute, tuttavia se è un processo avvenuto per cattiva gestione della propria cantina, e non si tratta dunque della tecnica precedentemente descritta per realizzare il Madeira, potrebbe comunque dar vita a una bevanda dal sapore non eccellente.

Madera vino e vitigni

Il vitigno più utilizzato per il Madera è il Tinta Negra Mole, a bacca nera, mentre quelli a bacca bianca sono utilizzati per Madeira di qualità superiore, come il Servial, il Verdelho e il Boal, proveniente dalla stessa isola.

 

A cosa abbinare il Madeira

Per lungo tempo, come abbiamo sottolineato precedentemente, il Madeira è stato sfruttato come vino da cucina, soprattutto in Francia. Sono molte dunque le ricette che lo vedono come elemento principale, come per esempio la salsa Sauce Madere, realizzata con burro e scalogno per accompagnare la carne. Se volete invece berne qualche calice durante un pasto, andrete sul sicuro abbinandolo al pesce, tra cui il tonno il pesce spada, soprattutto se affumicato.

Il Madeira dolce invece, realizzato con vitigni Malvasia, ben si sposa con prodotti di pasticceria e torte a base di sciroppo di zucchero di canna, vera e propria leccornia dell’isola Madeira.

Prezzi e tipologie

Maggiore è l’invecchiamento dei vini Madeira e più alto sarà il loro prezzo, si parte dunque da poche decine di euro per quelli di Tinta Negra Mole con invecchiamento in botti da 3 a 5 anni, per passare poi a prezzi più impegnativi man mano che ci si sposta su annate specifiche di 10 o 20 anni.

Generalmente la suddivisione è la seguente: tipologia Rainwater, usato per cucinare e con invecchiamento di 3 anni; Finest, procedura a estufas e invecchiamento in botti per 3 anni; Reserva, realizzato con vitigno Tinta Negra Mole ma con invecchiamento di 5 anni; Reserva Speciale con invecchiamento di 10 anni e misto tra Tinta Negra Mole e vitigni più pregiati; Extra Reserve con invecchiamento di 15 anni; Colheita con invecchiamento variabile tra 10 e 20 anni senza utilizzare fonti di calore artificiali e infine Frasqueira, proveniente da un solo vitigno e con invecchiamento di almeno 20 anni.

 

Come raggiungere Madeira

Il vino vi ha incuriosito e vorreste recarvi personalmente a Madeira per assaggiarlo? Il modo più veloce è sicuramente tramite aereo, seguendo la rotta principale che parte dagli aeroporti portoghesi di Lisbona e Porto. Le compagnie che coprono questo tragitto sono svariate, come quella di bandiera TAP Portugal ma anche le low cost più famose come RyanAir e Easyjet. In alternativa, chi ha un po’ più di tempo a disposizione potrebbe anche valutare l’opzione di raggiungere l’isola durante un’apposita crociera.

Il clima a Madeira è molto mite, con temperature massime di circa 26 gradi durante l’estate e minime di 13 o 14 gradi durante i mesi più freddi, si tratta dunque di un vero e proprio paradiso terrestre sia per i troppo freddolosi sia per chi soffre il caldo. Ricordate di portare con voi anche il vostro personale bicchiere da vino per procedere all’assaggio in loco del vino Madeira.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI