Cocktail Negroni: dosi, consigli e ricetta originale

Ultimo aggiornamento: 20.10.21

Negroni ricetta

Tempo di preparazione5 mins
 
Dosi per: 1 persona
 
Ingredienti:
  • 3 cl di gin
  • 3 cl di Bitter Campari
  • 3 cl di Vermouth rosso
 
Per guarnire:
  • ½ fetta d'arancia
 

Tra gli short drink più richiesti e consumati al mondo spicca il Cocktail Negroni, un aperitivo italiano dal tipico colore rosso chiaro, che si prepara con Vermouth rosso, bitter Campari e Gin. Ecco la ricetta originale con ingredienti, dosi e consigli per prepararlo a casa. 

 

Quello dell’aperitivo è un rito tutto italiano che affonda le sue radici nella seconda metà del XVIII secolo in concomitanza con la nascita del Vermouth, che viene ancora oggi utilizzato come base per la preparazione di numerosi drink battenti bandiera italiana.

Tra i più famosi e richiesti al mondo troviamo il Negroni Cocktail, che si contraddistingue per il suo caratteristico colore rosso vivo e l’equilibrato connubio tra gradazione alcolica e note aromatiche. Facilissimo da preparare anche in mancanza di esperienza, è una di quelle ricette che si realizzano a occhi chiusi proprio perché prevede l’utilizzo di soli tre ingredienti diluiti in parti uguali: il gin, il bitter Campari e il Vermouth rosso.

Secondo la leggenda, il cocktail vide la luce a Firenze nel 1920 per merito del conte Camillo Negroni, assiduo frequentatore del Caffè Casoni in via Dè Tornabuoni. L’uomo era solito ordinare al barman – un certo Fosco Scarselli – un “Americano”, ossia un drink preparato con bitter Campari e Vermouth rosso, chiedendo però di sostituire il seltz con una pari dose di gin.

Il “solito” del conte venne successivamente ribattezzato prima con il nome di “Americano alla maniera del conte Negroni” e poi più semplicemente come “cocktail Negroni”, diventando in breve tempo il simbolo dell’aperitivo italiano in virtù del suo sapore semplice ma intenso, capace di conquistare tutti al primo sorso.

Una versione più leggera del drink è il cosiddetto Negroni Sbagliato, in cui viene utilizzato uno spumante brut al posto del Gin. A prescindere dalle varianti, quel che è certo è che il Negroni rientra oggi tra i cocktail più amati e conosciuti in Italia e all’estero, insieme ad altri intramontabili classici della mixology art italiana come l’Aperol Spritz e il Bellini.

Bene, ora che abbiamo sciolto un po’ di dubbi sulle origini e la storia di questo straordinario aperitivo pre-dinner dall’inconfondibile savoir faire tricolore, non ci resta che scoprire come si prepara secondo la ricetta tradizionale.

 

Preparazione

Come già sottolineato, il procedimento per preparare un Negroni a regola d’arte è abbastanza semplice, ma il risultato sarà qualitativamente soddisfacente e di sicuro successo. Per prima cosa, bisogna versate alcuni cubetti di ghiaccio in un tumbler basso o in un old fashioned, ossia un bicchiere di media altezza e capiente. Unite anche il Gin, il Campari e il Vermouth, mescolando il tutto con un cucchiaino per qualche minuto. Guarnite con mezza fetta d’arancia e servite.

Un piccolo consiglio: se volete stemperare il retrogusto amaro del bitter e l’aromaticità pungente del Gin, potete allungare il drink con un po’ di soda in modo da renderlo anche più dissetante qualora lo si voglia gustare in piena estate.

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI