Ricetta e consigli per preparare il Tequila Sunrise

Ultimo aggiornamento: 18.04.21

Tequila Sunrise

Tempo di preparazione5 mins
 
Dosi per: 1 persona
 
Ingredienti:
  • 4 cl di tequila
  • 9 cl di succo d'arancia
  • 1,5 cl di sciroppo di granatina
 
Per guarnire:
  • 1 ciliegina candita
  • 1 fetta d'arancia

Oltre a essere un long drink alcolico molto gustoso e dissetante, il Tequila Sunrise è un cocktail dalla struttura equilibrata che sembra riprodurre un’alba nel bicchiere. Vediamo come si prepara a casa.

 

Nel mondo della mixology, la tequila ha saputo ritagliarsi grande spazio in numerose ricette di cocktail grazie al suo gusto deciso e la spiccata versatilità. Ne è un esempio il Tequila Sunrise, un long drink unico nel suo genere che si contraddistingue, non solo per il sapore intenso e delicatamente fruttato, ma anche per i suoi colori vivaci che ricordano l’alba, da cui appunto il nome.

Oltre a essere una vera istituzione tra i cocktail con tequila, è entrato di diritto tra i miti del cinema grazie al film “Tequila Connection” del 1988 interpretato da Mel Gibson, Michelle Pfeiffer e Kurt Russell, anche se era già diventato leggendario qualche anno prima con la celebre canzone “Tequila Sunrise” degli Eagles. Dal momento che si tratta di un drink agrodolce molto facile da preparare, potete proporlo come aperitivo o, ancor meglio, dopo una cena in compagnia degli amici, magari sgranocchiando una tavoletta di cioccolato fondente o qualche pralina con frutta secca.

La ricetta tradizionale si realizza con tequila, succo d’arancia e sciroppo di granatina, ma a seconda dei gusti si può sostituire la granatina con il ginger, nel qual caso si otterrà un Tequila Sunset con effetto cromatico invertito (rosso sopra e giallo alla base), oppure la tequila con il rum scuro per realizzare il cosiddetto Rum Sunrise.

Quanto alle origini, la leggenda più accreditata vuole che questo iconico cocktail a base di tequila nasca verso la fine degli anni Trenta a opera del barman Gene Sulit attivo all’Arizona Biltmore Hotel di Phoenix, che lo preparò per un cliente che gli aveva descritto l’alba del deserto a cui aveva assistito durante un suo viaggio.

Il successo del drink fu tale che la sua ricetta – perfezionata qualche decennio più tardi nel celebre ristorante Trident di Sausalito in California – venne addirittura stampata sul retro etichetta di alcune bottiglie di tequila. Ma ora basta con le chiacchiere e vediamo come preparare un autentico Tequila Sunrise con cui stupire amici e parenti.

 

Come si prepara il Tequila Sunrise

Per la preparazione del nostro Tequila Sunrise occorrono: 4,5 cl di tequila, 9 cl di succo d’arancia non zuccherato e 1,5 cl di sciroppo di granatina a base di melagrana. Per la buona riuscita del cocktail si raccomanda di utilizzare un bicchiere highball alto, in modo da creare quel tipico gioco di colori che ricorda l’alba, e di mescolare delicatamente gli ingredienti con un bar spoon.

Quindi riempite il bicchiere con dei cubetti di ghiaccio e versateci sopra la tequila, il succo d’arancia e infine la granatina seguendo la tecnica “build over ice” per fare in modo che scivoli lentamente verso il fondo creando l’effetto cromatico tipico del cocktail. Decorate con una fettina d’arancia e servite.

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments