Fa male bere una birra al giorno? La risposta vi sorprenderà

Ultimo aggiornamento: 20.10.21

 

Una bella birra fresca piace sempre, d’estate o d’inverno: ma quanta se ne può bere? Fa male se bevuta ogni giorno? Vediamolo insieme

 

Bere birra è una necessità di molti, che vogliono trovare refrigerio d’estate o accompagnare con una buona pizza. Ma la birra fa male? Vediamo insieme le sue proprietà e le sue caratteristiche positive e negative. 

 

Si può bere una birra al giorno?

Il dubbio è lecito: quanta birra è possibile bere? Per capire se ciò è fattibile, basta analizzare le caratteristiche di questa bevanda, ricca di sostanze molto interessanti. Nella birra ci sono infatti quattro ingredienti, ovvero l’acqua. il lievito, il malto d’orzo e il luppolo, ma soprattutto sono presenti delle vitamine come la B6 e la B12, che sono fondamentali per la salute.

La prima protegge e garantisce una buona vita del nostro sistema immunitario; la seconda è indispensabile per la produzione di globuli rossi e per un funzionamento corretto del sistema nervoso. Non mancano inoltre i polifenoli, sostanze che fortificano la flora batterica e che agiscono come antiossidanti, prevenendo l’invecchiamento cellulare. 

A contribuire a un buon funzionamento dell’intestino pensano anche le fibre, che migliorano la digestione e i movimenti del bolo alimentare attraverso l’intestino. Sotto questo punto di vista possiamo dire che la birra fa bene, ma fino a che punto?

La birra fa ingrassare?

Se il dubbio di quanto bere al giorno vi tormenta, perché non volete avere conseguenze negative dagli alcolici, soprattutto dalla tanto amata birra, valutate anche che questa bevanda è poco calorica, cioè ha 50 kcal per 100 ml. Tuttavia, spesso alcune, specialmente le artigianali, hanno in più del caramello o dello zucchero.

Questo comporta un notevole aumento delle calorie, ma anche il loro colore ambrato: leggete bene l’etichetta per valutare quali ingredienti ci siano e quindi quante calorie in più andrete a immettere nel vostro organismo. 

 

La birra gonfia?

Accade spesso che, dopo aver bevuto la birra, la pancia si gonfi: perché succede questo? Perché, quando bevande come gli alcolici o anche quelle piene di bollicine vengono consumate in eccesso, la flora intestinale viene stimolata nella produzione di batteri non proprio positivi, che fanno lievitare la pancia.

Inoltre viene a essere ingerita tanta aria, quella contenuta nella schiuma, e i cereali, contenuti nella birra, comportano una fermentazione nello stomaco che fa gonfiare la pancia. 

Colesterolo e birra

Tra gli effetti benefici della birra c’è il mantenimento di un corretto livello di colesterolo buono (HDL), se se ne consuma una piccola per giorno: in questo modo è possibile prevenire problemi come i disturbi cardiovascolari. 

Questo dato è stato dedotto dagli studi dei ricercatori della Pennsylvania State University, che hanno condotto uno studio in Cina: hanno esaminato circa 80000 cinesi adulti per un arco di sei anni ed è emerso che, chi consumava in maniera moderata gli alcolici, aveva livelli di HDL più alti rispetto a chi non beveva.

Inoltre, se veniva a essere consumato il vino al posto della birra, questi livelli diminuivano più velocemente, testimoniando così il vantaggio nel bere la bevanda con il luppolo.

 

La birra fa bene o male al cuore?

Se dobbiamo dare credito allo studio fatto dall’Università di Harokopio in Grecia, bere la birra fa bene al cuore, in quanto è ricca di antiossidanti, sostanze che rendono le arterie più flessibili e migliorano tutto il sistema cardiovascolare. 

C’è poi da considerare anche uno studio italiano in merito alla birra: l’IRCCS MultiMedica di Milano, in collaborazione con l’Università di Pisa e quella di Varese, ha condotto una ricerca molto importante.

Sono infatti stati scoperti nuovi derivati di sintesi dello Xantumolo, una molecola presente nel luppolo: questa può contrastare il processo che porta alla proliferazione del tumore, detto angiogenesi. Come agiscono? Le molecole in questione tolgono il nutrimento alle cellule tumorali, eliminando la possibilità che si riproducano.

Grazie a questo risultato, oggi è possibile approfondire la conoscenza dello Xantumolo, che può essere anche sperimentato come elemento di prevenzione del tumore. 

Fa bene dopo l’attività fisica?

Anche se la birra contiene sali minerali e vitamine, che sono di fondamentale importanza per il corpo, soprattutto dopo un duro allenamento, è bene prestare attenzione al berla dopo l’attività fisica: se infatti non abbiamo mangiato e quindi siamo a stomaco vuoto, l’alcol viene assorbito con maggiore velocità e arriva subito al cervello. 

L’effetto negativo sta nel provocare un effetto narcotizzante e nel favorire la distruzione delle cellule cerebrali, interferendo anche con le scorte di energia presenti nei muscoli e quindi disidratando l’organismo. Se bevete birra a stomaco vuoto e dopo un grosso sforzo fisico, perciò, non fate del bene al vostro corpo.

Per godere dei suoi benefici è possibile invece inserirla all’interno di un pasto post allenamento, per ritemprare per bene il fisico. 

 

Quanta birra bere al giorno?

Potrete bere una birra da 330 ml al giorno, se siete donne, una da 660 ml al giorno, se invece siete uomini. Ciò vale anche se non consumate altri alcolici, come il vino o anche il whisky, pena il causare effetti negativi anche sul fegato.

Inoltre è bene integrare questa bevanda in un pasto, come dicevamo prima, perché consumarla a stomaco vuoto non può far altro che fare male. Via libera allo spillatore di birra ma moderate la quantità ingerita!

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI