Il miglior spumante

Ultimo aggiornamento: 27.09.20

9

 

 

 

 

Le nostre selezioni dei migliori spumanti

 

Uno spumante di qualità è sempre il benvenuto a tavola per accompagnare antipasti, dolci o per fare un bel brindisi nelle occasioni speciali. Se non sapete come scegliere un buono spumante e avete bisogno di qualche consiglio, allora siete arrivati sulla giusta pagina. 

Qui potrete trovare le opinioni sui più venduti e apprezzati per il loro rapporto qualità-prezzo, in questo modo potrete acquistare quello giusto per le vostre esigenze senza spendere troppo. Vi consigliamo quindi di fare una comparazione tra le offerte e valutare attentamente i prezzi. 

 

 

1. Franciacorta Brut Cuvée Imperiale DOCG – Berlucchi, 750 ml

 

Ci troviamo davanti al miglior spumante dell’anno per rapporto qualità-prezzo tra quelli venduti online. Il Franciacorta Brut si distingue per il suo gusto pregiato che lo rende adatto sia per accompagnare piatti a base di carne e pesce, sia per essere gustato dopo i pasti magari con un buon dolce, o semplicemente per fare un bel regalo. Il suo caratteristico colore giallo paglierino risulta molto piacevole alla vista, mentre il sapore deciso potrà soddisfare anche i palati più esigenti, grazie anche a delle lievi note di frutta secca, agrumi e crosta di pane che si uniscono in modo armonico. È uno spumante perfetto anche per l’estate, in quanto molto fresco. Nello specifico il Cuvée Imperiale viene creato con uve di vigneti Chardonnay, miste ad una piccola percentuale di Pinot Nero, coltivati nella famosa zona collinare Franciacorta in Lombardia. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Ferrari – Brut Spumante Metodo Classico Trento Doc, Cl 75

 

Tra i migliori spumanti del 2020, il Brut prodotto da Ferrari si conferma uno dei più apprezzati, non a caso i pareri degli utenti sono molto positivi. Nonostante si tratti di uno spumante di alta qualità, viene venduto a prezzi bassi, quindi ideale se non volete spendere troppo. Per quanto riguarda il sapore, il Brut è famoso per il suo gusto deciso, ma allo stesso tempo delicato, capace di dare una sensazione di freschezza al palato, stimolandolo con delicate note di frutta matura, crosta di pane e nocciola. Anche al naso risulta piacevole, con un odore intenso ma allo stesso tempo gentile. Il Ferrari viene preparato con uve di vigneti Chardonnay, lasciate a fermentare per 36 mesi e affinate nella bottiglia. Si presta molto bene per accompagnare dolci e per aperitivi, sebbene nulla vieti di portarlo a tavola anche per pranzi o cene a base di carne e pesce. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Franciacorta Bellavista Alma Grand Cuvee DOCG, Cl 75

 

La zona bresciana della Franciacorta ormai è un marchio di garanzia e qualità per quanto riguarda la produzione di spumante. Questa bottiglia di Grand Cuvée Bellavista si presenta con un prezzo molto interessante, specialmente se consideriamo il livello alto della bevanda, una soluzione ideale per fare bella figura ad un pranzo o ad una cena. Lo spumante si distingue per la sua preparazione eseguita con una tecnica tramandata da generazioni che prevede l’unione tra uve chardonnay di pinot nero e pinot bianco, alla quale segue una fermentazione in piccole botti. Il processo dona alla bevanda il suo caratteristico colore paglierino e il sapore sapido, ma allo stesso tempo rinfrescante. Soddisfacente anche il retrogusto persistente con leggere note aromatiche che allietano il palato. Una soluzione ottima per qualsiasi occasione, anche per pasti a base di carne e pesce. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Ca’ del Bosco Franciacorta Cuvée Prestige 0,75lt

 

Dei vari Franciacorta sul mercato, quello creato dalla cantina Cà del Bosco è ritenuto uno dei più pregiati dagli appassionati e dagli esperti, infatti non è proprio il più economico sulla piazza. Il costo elevato però viene totalmente ripagato dal gusto superlativo ottenuto grazie alla qualità alta delle selezioni di uva Chardonnay combinate in percentuale minore con Pinot nero e Pinot bianco delle migliori annate. Tutto questo per creare uno spumante dal sapore autentico, con una freschezza unica che potrà allietare il palato anche durante un pranzo all’aperto durante una giornata particolarmente soleggiata. Se volete fare un bel regalo, ma non sapete quale spumante scegliere allora il Ca’ del Bosco vi farà fare davvero un figurone. Cliccando sul link qui di seguito potrete andare sulla pagina del negozio dove acquistare il prodotto. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Franciacorta Satèn DOCG – Contadi Castaldi, 750 ml

 

Con una storia che parte dal 1987, la cantina Contadi Castaldi è una delle più importanti della zona Franciacorta, dal quale lo spumante prende il nome. Il Satèn in particolare viene prodotto solo utilizzando uve bianche utilizzando il metodo classico, ovvero lasciandolo rifermentare in bottiglia dopo la fermentazione nelle botti. Un’altra caratteristica tipica del Satèn è la pressione minore della bottiglia che rende il gusto particolarmente morbido per il palato, con un retrogusto deciso e piacevoli sfumature di mela. E proprio questa leggerezza nel sapore permette di abbinare lo spumante a pietanze a base di salmone, quindi ideale per una buona cena di pesce in compagnia di amici o familiari. Il colore paglierino con perlage lo rende anche molto bello da vedere all’interno di un calice, quindi perfetto per un servizio di gran classe. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Zg1wen Spumante Metodo Classico Portofino DOC 2016

 

Se state cercando un nuovo spumante che non sia un Franciacorta e avete un buon budget, potete puntare su questa bottiglia Abissi Bisson, creato con il singolare ‘Metodo Champenoise’. Viene prodotto utilizzando uva raccolta da vigneti sul mare, in seguito dopo la fermentazione in botte, le bottiglie vengono immerse a 60 metri di profondità e lasciate per mesi in modo da poter lievitare in un ambiente ottimale con una temperatura di 15 gradi. Il risultato è uno spumante di qualità elevata con un gusto unico che al palato risulta lievemente salato. Per il resto, lo spumante presenta molte caratteristiche comuni con il Brut quindi consigliato per pranzi e cene a base di pesce. Tenete conto che questa bottiglia ha un costo molto alto, quindi potrebbe non fare al caso vostro nel caso vogliate spendere poco. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Perini & Perini Malvasia Spumante Dolce 

 

Uno spumante dolce di origine piacentina che si presenta in una bottiglia davvero piacevole da vedere, capace di esaltare il suo colore pagliericcio con eleganti riflessi dorati. Viene realizzato utilizzando uva dei vigneti di quella zona, in particolare della Trebbia e val d’Arda, lasciato a fermentare con lieviti accuratamente selezionati, in modo da non intaccare gli aromi del vitigno. Non aspettatevi la stessa qualità di tipologie più costose come il Franciacorta, in quanto questo spumante è consigliato prevalentemente per accompagnare i dolci a fine pasto. La gradazione alcolica molto leggera di soli 6% lo rende bevibile da tutti, quindi ottimo per feste, ricevimenti o altre occasioni speciali. La dolcezza complessiva della bevanda si unisce ad aromi di pesca e albicocca, con un retrogusto fruttato longevo e molto soddisfacente.  

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Cesarini Sforza Brut Riserva DOC, Cl 75

 

Una cantina del Trentino molto apprezzata, Cesarini Sforza prepara gli spumanti utilizzando il Metodo Classico, ritenuto il più antico dagli esperti e dagli appassionati. Una delle caratteristiche distintive è la conoscenza necessaria delle viti e del processo di produzione, per questo viene usato solo dai più esperti, in grado di garantire risultati ottimali. Il Brut viene realizzato utilizzando solo uve Chardonnay coltivate nei vigneti locali e lasciato maturare per 24 mesi nell’oscurità e nel silenzio delle migliori cantine. Il risultato è uno spumante dal colore oro brillante e con un odore coinvolgente caratterizzato da un bouquet di agrumi, fiori bianchi e dolciumi come zucchero filato e brioches. Il gusto si distingue per la sua particolare esuberanza e per la sua cremosità, ideale per accompagnare i dolci o semplicemente per fare un bel brindisi. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

9. Gancia Pinot di Pinot Brut – Confezione Magnum Astucciata da 1.5 L

 

Una soluzione consigliata specialmente per un’idea regalo, il Gancia si presenta in un’elegante confezione perfetta per fare un bel pacchetto. All’interno troverete una bottiglia da 1.5 litri di spumante realizzato con un misto di uve provenienti da vitigni pinot bianco, grigio e nero, utilizzando un metodo misto tra la vinificazione in bianco e il Metodo Charmat. Colpisce il colore giallo paglierino della bevanda che presenta piacevoli riflessi verdognoli, molto piacevole da vedere e da presentare in dei calici. Per quanto riguarda l’aroma, questo è sottolineato da frutta fresca e note di fiori d’acacia. Il sapore risulta molto gradevole e leggero al palato, con un retrogusto acidulo. Il Gancia è un ottimo spumante da aperitivo, ma potrete usarlo anche per accompagnare antipasti a base di pesce o verdure. Il prezzo conveniente è un ulteriore incentivo all’acquisto. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

10. Franciacorta Pas Dosé DOCG Grande Cuvée Alma Non Dosato Bellavista 0,75 L

 

Situata nel celebre territorio della Franciacorta in provincia di Brescia, l’azienda Bellavista è da anni molto apprezzata per la realizzazione di spumanti di alta qualità. In questo caso ci troviamo davanti ad un prodotto abbastanza costoso che vi possiamo consigliare solo se avete un buon budget. Viene creato assemblando uva di vigneti Chardonnay con una piccola percentuale di pinot nero, utilizzando un processo di creazione nuovo che si adatta agli stili di produzione moderna. Il risultato è uno spumante che al palato risulta fresco, con un gusto sapido e piacevole in grado di soddisfare anche i più esigenti. Proprio questa sua consistenza permette di servirlo per accompagnare pasti a base di carne e pesce, ma anche per sorseggiare un bicchiere in totale relax. Se avete amici appassionati e volete fare un bel regalo, questo vi farà fare davvero un figurone. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Origine e uso 

 

Storia

Lo spumante è la bevanda delle celebrazioni con la quale brindare per un lieto evento o un’occasione speciale. Sebbene possa sembrare molto ‘moderno’, lo spumante risale addirittura ai tempi dell’Impero Romano, sebbene come potete immaginare, non era quello al quale siamo abituati. Gli storici ritengono che i romani fossero soliti bere il mosto, ovvero il liquido denso che si ottiene dopo la macinatura dell’uva, una sorta di bevanda ad effervescenza naturale. 

Per la realizzazione dello spumante però è necessario un contenitore come una bottiglia in vetro, quindi i primi esempi autentici si iniziano a vedere nel XVII in Francia. Nei monasteri si era soliti lavorare per la preparazione di vino, spumanti e in alcuni casi anche birra, quindi non sorprende che sia stato proprio un monaco, tale Dom Pierre Pérignon, a creare il primo ‘champagne’. Non solo Dom Pérignon ideò questa bevanda, infatti gli si attribuisce anche l’utilizzo dei tappi di sughero al posto di quelli di stoppa e cera fusa. Se il nome di questo monaco francese non vi suona nuovo è perché gli è stato dedicato un tipo di spumante chiamato proprio Dom Pérignon prodotto nella regione delle Ardenne. 

Per la produzione dello spumante alla Francia si aggiunse anche l’Italia nel 1865, per merito dei fratelli Gancia, ma deviando dalla ricetta francese. Lo spumante italiano infatti prevedeva l’eliminazione degli sciroppi a termine della lavorazione, riducendo decisamente i costi di produzione. La sfida tra il miglior produttore di spumante va ancora avanti tutt’ora tra Francia e Italia, dando agli appassionati tantissime bottiglie e tipologie da provare. 

Mix 

Lo spumante è una bevanda abbastanza ‘versatile’ che spesso si allontana dal suo ruolo di fine pasto. Non a caso alcune tipologie vanno bene anche per accompagnare i pasti, mentre altre… per realizzare ottimo cocktail! Uno dei più famosi è il Negroni Sbagliato preparato con Martini, Campari e Spumante, molto piacevole e rinfrescante. 

Per qualcosa di più esotico, potete provare il Millennium Cocktail, che prevede spumante, succo d’arancia, lampone e la vodka, inutile dire che si tratta di un mix abbastanza forte a livello alcolico. Preparare questi cocktail non è certo facile, infatti per poter ottenere buoni risultati occorrerà fare un po’ di pratica. Per qualcosa di più semplice potete mischiare spumante e succo d’arancia, un mix che si presta molto bene per aperitivi in compagnia. 

 

Conservazione 

La conservazione dello spumante può variare da tipologia a tipologia, infatti ci sono diversi metodi usati dalle varie aziende e cantine, alcuni dei quali abbastanza particolari. In generale però la conservazione a livello domestico è molto simile a quella del vino, quindi è consigliabile tenerlo fuori dal frigo e lasciarlo ad una temperatura non superiore né inferiore ai 15 gradi. 

Preferibilmente è meglio tenere la bottiglia di spumante in orizzontale, in modo che non ci siano infiltrazioni d’aria che potrebbero comprometterne il gusto. La soluzione ottimale prevede tenere lo spumante in un luogo buio, come una cantina. Alcuni spumanti possono essere tenuti in frigorifero per qualche ora prima di venire serviti, a seconda delle esigenze.

 

Valore nutrizionale 

Trattandosi di una bevanda alcolica, lo spumante presenta dei valori nutrizionali abbastanza elevati, specialmente per quanto riguarda le calorie. Negli spumanti dolci sono presenti ben 160 kcal per ogni 100 grammi, mentre in quello secco ne troviamo 152. A queste dovete aggiungere una decina di grammi di carboidrati e di zuccheri, quindi sebbene possa sembrare una bevanda ‘leggera’ in realtà non lo è affatto. Si ha sempre la tentazione di bere più di un bicchiere di spumante dopo aver concluso un pasto o una cena, però bisogna sempre ricordarsi che il nostro corpo può fare un po’ di fatica a smaltire quelle calorie in eccesso, specialmente se consumate dopo cena. 

Bere responsabilmente

La gradazione alcolica dello spumante può variare da tipologia a tipologia, quindi bisogna sempre dare un’occhiata all’etichetta dietro la bottiglia prima di acquistarlo o di consumarlo. Gli spumanti più leggeri arrivano ad un 6% di gradazione alcolica, ma questo però non vuol dire che si possa bere senza alcun pensiero. 

Due o tre bicchieri di spumante possono dare alla testa, quindi bisogna fare molta attenzione ed evitare di esagerare specialmente se dopo ci si deve mettere al volante. Tenete anche conto che lo spumante spesso arriva alla fine dei pasti, durante i quali presumibilmente si sarà bevuto anche del vino. Cercate di bere spumante sempre a stomaco pieno, in modo da poter assimilare l’alcool più velocemente. 

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments