L’alcol fa ingrassare

Ultimo aggiornamento: 05.12.20

0

 

Bere molti alcolici non è dannoso soltanto per la salute ma anche per la linea. Vediamo insieme come l’alcol incide sul nostro organismo.

 

È vero che l’alcol fa ingrassare? La risposta è sì, tuttavia dipende molto dall’individuo e da come l’organismo assimila, metabolizza ed espelle certi elementi.

L’alcol etilico, noto anche come etanolo, è una sostanza molto calorica (7 kcal/g), che si piazza sul podio al secondo posto, dopo i grassi (9 kcal/g) e prima dei carboidrati (4 kcal/g). Alla luce di questi dati, l’alcol dovrebbe essere etichettato come “alimento pericoloso”, specialmente se si ha intenzione di seguire una dieta per perdere peso.

Le bevande contenenti alcol sono tra gli alimenti liquidi meno sazianti e dato il grande apporto calorico, sono altamente sconsigliate da inserire in un dieta, anche se ipocalorica.

 

Le calorie dell’alcol e gli squilibri ormonali

Secondo alcuni studiosi, l’alcol che viene assunto, rilascia un’energia che non viene utilizzata dall’organismo in maniera tradizionale ma che viene dissipata sotto forma di calore ed espulsa tramite l’urina e la respirazione.

In verità, questo tipo di metabolizzazione avviene soltanto per il 5/10% dell’alcol ingerito, infatti le dissipazioni di calore più rilevanti, sono relative ad assunzioni di alcol molto elevate. Ciò di solito avviene per gli alcolisti, che in molti casi hanno dei fisici magri, pur assumendo delle massicce dosi di calorie tramite le bevande alcoliche.

Ovviamente la perdita di peso è una cosa molto soggettiva, l’importante è capire che una frequente assunzione di alcol, comunque porta a ingrassare, perché crea degli squilibri a livello ormonale, soprattutto per ciò che concerne la produzione di insulina e di leptina.

A causa di questa alterazione, si ha un impedimento della mobilizzazione dei grassi e di conseguenza viene favorito l’incremento di peso.

 

Il paradosso dell’alcol

Quando l’alcol entra all’interno del corpo umano, scattano dei processi chimici abbastanza complessi. In pratica l’energia prodotta da una bevanda alcolica viene sfruttata dall’organismo in maniera molto efficiente; di conseguenza quest’ultimo risparmia l’energia in eccesso prodotta da altre sostanze, accumulandola sotto forma di grasso.

In poche parole, se siete dei consumatori moderati di alcol, cercate di contare tutte le calorie che ingerite durante i pasti, perché il corpo tende a bruciare prima quelle presenti nelle bevande alcoliche.

Tuttavia, alcuni ricercatori hanno evidenziato anche un’eccezione, nota come il “paradosso dell’alcol”. Pare infatti, che in alcuni casi, assumere alcol mentre si segue una dieta normocalorica non comporti necessariamente un incremento di peso.

Bere troppo alcol fa male

Bere troppo alcol non fa soltanto ingrassare ma comporta una serie di fattori, che se non vengono monitorati, rischiano di dare origine a dei problemi di salute più o meno gravi. L’etanolo può trasformarsi in un grande nemico per l’organismo, soprattutto se questo non viene assunto con moderazione. 

Chiaramente non si tratta di un alimento adatto a chi vuole mantenere sotto controllo il proprio girovita. Vediamo insieme alcuni aspetti negativi di questa sostanza:

 

Eccesso di calorie

Come abbiamo già detto nell’introduzione di questo articolo, l’alcol contiene quasi il doppio delle calorie presenti nei carboidrati e nelle proteine. Inoltre, oltre all’etanolo presente in una bevanda alcolica, devono essere considerate anche altre eventuali sostanze aggiuntive, come per esempio: gli zuccheri di un succo di frutta, i carboidrati della birra, i grassi delle creme di alcuni cocktail, ecc.

 

Accumulo di grassi

Il corpo umano non è in grado di immagazzinare l’alcol una volta ingerito. Questo infatti viene subito bruciato dall’organismo, che dà precedenza alle calorie prodotte dall’etanolo, piuttosto che a quelle assunte con i cibi.

Si va così a produrre un eccesso energetico, che il corpo non riesce a smaltire e così il surplus calorico viene accumulato sotto forma di lipidi, dando origine a un incremento di peso.

 

La fame chimica

L’alcol fa venire fame, infatti non è un caso che bere una bevanda alcolica durante un aperitivo, sia un ottimo stimolo per l’appetito prima di un pranzo o di una cena. Una volta i medici consigliavano alle persone (adulte) inappetenti di bere un bicchiere di vino prima dei pasti.

Attenzione però, perché quella dell’aperitivo è “un’usanza” che deve essere gestita con moderazione e che non deve diventare un’abitudine quotidiana o si rischia di stimolare l’appetito in maniera eccessiva e di aprire troppo lo stomaco.  

 

Abbattimento dei freni inibitori

Bere un bicchiere di troppo può incidere molto sul normale funzionamento del nostro sistema nervoso centrale. Ovviamente il livello di sopportazione dell’alcol è soggettivo ma in generale, quando se ne assume troppo, i nostri freni inibitori vengono abbattuti.

È proprio per questo motivo che i bevitori più incalliti appaiono più disinibiti e loquaci rispetto a chi non assume abitudinariamente alcol. Man mano che l’etanolo entra in circolo nell’organismo, l’inibizione si abbassa, spesso fino a svanire del tutto. 

Oltre alla facile parlantina, chi beve molto si ritrova a mangiare tutti cibi che gli capitano a tiro, proprio per via della fame chimica e del basso livello di coscienza. Più aumenta l’assunzione di alcol e più viene a mancare la razionalità e la capacità di giudizio.

I danni dell’etanolo

Se nelle diete, gli zuccheri contenuti negli alimenti vengono considerati dei “veleni pericolosi”, l’etanolo si rivela un veleno ancora più pericoloso, non solo per la linea ma anche per l’organismo.

Se l’alcol etilico viene assunto abitualmente in dosi massicce, sicuramente col tempo, il corpo subirà dei seri danni. Si tratta infatti di una sostanza tossica che aggredisce le cellule cerebrali fino a ucciderle, indebolisce i nervi periferici, danneggia i reni, il fegato, i muscoli e molto altro ancora.

Come accade per tutti i veleni, ciò che conta principalmente è la quantità. Dipende da voi bere in maniera moderata e responsabile. Farsi un bicchierino ogni tanto in compagnia non ha mai fatto male a nessuno. 

Si tratta di piccoli momenti che vanno assaporati con intelligenza; magari quando capitano evitate di optare per un whisky economico o per una birra scadente e scegliete una bevanda alcolica di qualità, ovviamente senza esagerare nel berla.

Inoltre evitate di assumere alcolici se poi dovete mettervi alla guida, ne va della vostra vita e di quella degli altri.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments