Mumm Brut Cordon Rouge – Recensione

Ultimo aggiornamento: 20.10.21

 

Principale vantaggio

Il Brut Cordon Rouge di Mumm ha una lunga storia alle spalle, che si può far risalire fino all’inizio del diciannovesimo secolo quando venne ideato da George Hermann Mumm. È uno champagne non estremamente complesso, realizzato con Pinot Noir e Chardonnay ma ha un forte carattere che lo distingue dalla concorrenza.

 

Principale svantaggio

La tipologia di champagne Brut è tendenzialmente meno dolce, per questo motivo gli appassionati di Dry o Demi-Sec potrebbero trovare il prodotto Mumm poco adatto alle proprie esigenze. Non si tratta di un vero e proprio difetto ma bisogna conoscere le denominazioni e le tipologie per evitare un acquisto errato, soprattutto se avete intenzione di fare un regalo ad appassionati di champagne.

 

Verdetto: 9.5/10

L’ottima presentazione data dal Cordon Rouge, sia sulla confezione sia sulla bottiglia, è un fattore da prendere in considerazione quando si acquista il prodotto Mumm. Sia che lo utilizziate per dissetare i vostri ospiti, sia che lo porgiate in dono, riuscirà sempre a stupire per le sue proprietà eccezionali ed elevata capacità di abbinamento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Una lunga storia

Mumm è una maison fondata a Reims, nel cuore della Champagne nel 1827, tuttavia seguendo a ritroso la storia della famiglia è possibile far risalire la loro esperienza vinicola al diciottesimo secolo, grazie ai numerosi vigneti nella valle del Reno di cui disponevano.

I vigneti Mumm si estendono su 218 ettari, da Montagne de Reims dove la coltivazione principale è rappresentata dal Pinot Noir, fino a Cote des Blancs e Vallée de la Marne con Chardonnay e Pinot Meunier, le altre uve essenziali per la creazione di uno champagne degno di questo nome.

Tra Grand Crus e Premiere Crus, quindi, Mumm garantisce una produzione di qualità culminata proprio nella realizzazione del famoso Cordon Rouge, che vide la sua prima apparizione nel 1875 ed è ancora oggi prodotto con gran successo e apprezzamento da parte degli utenti. Il Brut Cordon Rouge che analizziamo in questa pagina è infatti uno tra gli champagne più venduti online.

La storia del nastro rosso

Il Cordon Rouge fu ideato da Georges Hermann Mumm, facendo riferimento al nastro rosso francese, massima onorificenza conferita dalla Legione d’onore agli ufficiali più meritevoli. Proprio come l’Ordre Royal et Militaire de Saint Louis adornava i suoi soldati con questo nastro di seta rosso, anche Georges Hermann Mumm decorava le bottiglie di champagne, permettendo all’azienda familiare di assurgere velocemente al rango di champagne iconico e di classe.

Per la creazione di questo champagne sono selezionati ancora oggi uve provenienti da 100 cuvée diverse e dopo la vinificazione il risultato riposa nelle cantine della Maison per circa 20 mesi, portando così a galla tutte le note aromatiche uniche dello champagne. Composto a maggioranza di Pinot Noir con una percentuale inferiore di uve Chardonnay, visivamente si presenta con un colore giallo molto vivace e una gran quantità di bollicine, che ne denotano immediatamente la spiccata vivacità. 

Al naso sono chiaramente percepibili aromi di frutta fresca, a pasta bianca e gialla, nonché toni esotici di ananas e litchi. All’assaggio rivela tutta la sua complessità, in un perfetto equilibrio tra note fruttate e caramello, che persistono sul finale lungo ma non tagliente.

 

Abbinamenti

Lo champagne Mumm è spesso scelto anche dai grandi chef per le proprie preparazioni culinarie e ciò evidenzia la sua versatilità e possibilità di utilizzo anche per accompagnare piatti specifici. Seguendo le combinazioni standard troviamo carni bianche e pesce, tra cui la rana pescatrice e la triglia, tuttavia non è detto che ci si debba fermare lì. 

Riesce infatti a convincere anche in combinazione con il foie gras, pertanto potrete creare degli antipasti ad hoc con cui inebriare i vostri ospiti, servendo loro il Brut Mumm Cordon Rouge. Infine, si presta per la realizzazione di cocktail come il classico Bellini, ma anche preparazioni creative e fantasiose.

Come idea regalo si presta ottimamente grazie alla confezione elegante, completamente nera e con il nastro rosso che l’attraversa per richiamare immediatamente al simbolo dello champagne Mumm, perfetta quindi come dono per occasioni speciali.

Per quanto concerne la conservazione, consigliamo di estrarre la bottiglia dalla confezione e posizionarla in orizzontale, facendo in modo che il liquido tocchi il tappo in sughero, per evitare che questo si secchi e lasci entrare aria che a lungo andare rovinerebbe il prodotto. Tale procedura, sottolineiamo, non è mai sicura al 100% e potrebbe portare anche al temuto “sapore di tappo”. Se non siete esperti e non avete una cantinetta adeguata per la conservazione, è sempre preferibile il consumo della bottiglia entro pochi mesi dall’acquisto.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI