Talisker 10 anni Single Malt – Recensione

Ultimo aggiornamento: 20.10.21

 

Principale vantaggio

Uno dei torbati per eccellenza, il Single Malt Scotch di Talisker è uno degli whisky più apprezzati sul mercato grazie alle note selvagge, sentori di brezza marina e affumicatura che lascia spazio a sentori di pepe nero sul finale avvolgente.

 

Principale svantaggio

I non esperti potrebbero trovarlo molto forte e non neghiamo che abbia una certa carica esplosiva che non tutti riescono a digerire. Una cosa è certa però: se non apprezzate il Talisker, entry level per la tipologia, allora i torbati non fanno al caso vostro.

 

Verdetto 9.3/10

In produzione da quasi 200 anni, gli scotch whisky Talisker sono considerati oggigiorno tra le eccellenze scozzesi, premiati in numerose competizioni internazionali. Perfetta introduzione ai torbati il 10 anni Single Malt Scotch è anche un regalo ideale per amici e parenti, con un prezzo decisamente accessibile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Scotch e whisky

Gli appassionati conosceranno sicuramente la differenza tra questi due, tuttavia i meno esperti saranno senz’altro confusi dalla terminologia relativa ai prodotti. Per far sì che le indicazioni siano immediatamente comprensibili basta tenere a mente una semplice suddivisione: i whisky sono scozzesi mentre i whiskey, con la “e”, provengono dall’Irlanda. A questi però si aggiungono delle sottocategorie come gli scotch whisky, che sono trattati, come sottolinea anche il nome, esclusivamente in Scozia.

Tenendo bene a mente questa piccola introduzione possiamo approcciare in modo adeguato il Talisker 10 anni Single Malt Scotch, prodotto con solo malto d’orzo al 100% trattato sul suolo scozzese.

Il brand ha una lunga storia e la distilleria fu fondata nel 1830, quasi due secoli fa, dai fratelli Hugh e Kenneth MacAskill, che arrivarono qualche anno prima a Skye dall’isola di Eigg. Le vicende si fecero però subito turbolente, con un passaggio del brand di mano in mano nei decenni successivi, sorprendentemente senza perdere la qualità produttiva, che rimase alta anche per tutto il ‘900, escludendo naturalmente il periodo oscuro della Seconda Guerra Mondiale che vide l’arresto della produzione. 

Il segreto del Talisker, che infiamma gli animi degli appassionati è nella sua ruvidità, forgiato dal clima rigido scozzese, ed è proprio ciò che i consumatori ancora oggi ricercano nelle bottiglie del brand.

10 anni

Il Single Malt Scotch invecchiato 10 anni in botti di rovere americane è il caposaldo della compagnia, con spiccate note salmastre e una complessità lievemente piccante. Il carattere affumicato e lievemente dolce lascia spazio ad aromi pepati che sopravvivono sul finale, ricco e pastoso. 

Tutte queste caratteristiche sono ottenute con una doppia distillazione ed è consigliato consumare il prodotto liscio oppure on the rocks per riuscire a percepirne tutte le proprietà. Difficilmente troverete consigli su come realizzare cocktail con una bottiglia di tale portata, pur essendo per inciso possibile.

La lunga tradizione ha permesso al Talisker invecchiato 10 anni di ottenere numerosi premi prestigiosi, come la medaglia d’oro ai San Francisco World Spirits Competition, facendone dono a un esperto, quindi, verrete considerati come grandi intenditori di whisky. Persino la confezione trasuda stile, eleganza e quel pizzico di spirito selvaggio tipico dei paesaggi scozzesi.

 

Abbinamenti

Se i cocktail sono fuori discussione, non è detto però che non possiate accompagnare un buon bicchiere di scotch whisky con del cibo. Uno degli abbinamenti migliori è con le ostriche, che esaltano il sapore di mare del Talisker. Secondo gli esperti la procedura migliore per questo consumo è la seguente: bere un goccio di whisky, mangiare l’ostrica, versare il Talisker nella conchiglia vuota e bere direttamente da questa.

Sempre considerando i piatti dal sapore forte, non può mancare il consumo con la pietanza scozzese per eccellenza: l’haggis. Per chi non ne avesse mai sentito parlare, si tratta di un insaccato realizzato con frattaglie di pecora, mescolate con cipolla, grasso, spezie e farina d’avena.

Se preferite invece il consumo dopo cena, magari tra una chiacchiera e l’altra con amici e parenti, troverete sicuramente interessante il più classico abbinamento con cioccolato fondente, per esaltare il sapore del whisky grazie alla pastosità del cacao, la cui percentuale ricordiamo deve essere superiore al 70%.

Sebbene sia uno dei whisky più apprezzati sul mercato, non ha un prezzo estremamente elevato, piazzandosi in una fascia intermedia accessibile alla maggior parte dei consumatori. Se non avete mai assaggiato un torbato e non sapete da dove cominciare, il Talisker 10 anni Single Malt Scotch è una scelta perfetta.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI