Botanist Islay Dry – Recensione

Ultimo aggiornamento: 01.12.22

 

Principale vantaggio

Un gin selvaggio e naturale, proprio come l’isola scozzese di Islay dove vengono raccolte le ventidue botaniche di cui è costituito. Esprime al meglio tutta l’asprezza del luogo e tra le note è possibile individuarne di uniche, marchio di fabbrica di Botanist.

 

Principale svantaggio

Il prezzo è più elevato della media e non si tratta di un gin da consumare alla leggera. Il modo migliore è sfruttarlo in occasioni speciali, creando cocktail unici che possano esaltarne al meglio il sapore. Se siete alla ricerca di un prodotto a buon mercato o avete un budget limitato potrebbe non fare al caso vostro.

 

Verdetto 9.1/10

Grande soddisfazione per l’Islay Dry di Botanist: sia gli appassionati sia i neofiti che lo hanno assaggiato per la prima volta concordano nel sostenere che si tratta di un gin premium, da centellinare e bere in compagnia per celebrare momenti unici.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Islay Gin

L’isola scozzese di Islay è ben nota in tutto il mondo per la produzione di whisky torbato, una delle qualità preferite degli appassionati. Tuttavia, sarebbe riduttivo considerarla esclusivamente l’isola del whisky dal momento che nelle distillerie locali vengono prodotti anche altri ottimi alcolici, come il Dry Gin di Botanist che abbiamo avuto occasione di recensire.

Il concetto chiave alla base di questo gin è che non c’è bisogno di viaggiare in tutto il mondo per procurarsi gli ingredienti necessari alla distillazione ma che questi sono nascosti proprio nel cortile di casa nostra, in particolare nella selvaggia zona di Islay da dove provengono le ventidue botaniche sfruttate nel processo di creazione.

La lista comprende menta piperita, camomilla, ginepro, salvia, timo selvatico, trifoglio bianco, menta acquatica, tanaceto, myrica gale e molte altre piante che, dopo essere state raccolte a mano, vengono aggiunte negli alambicchi in ordine specifico. Dopo 12 ore viene aumentata ulteriormente la pressione per far sì che i vapori salgano ulteriormente. Nello stadio finale il prodotto si condensa nel contenitore ultimo, pronto per essere imbottigliato.

Al palato il gin dell’isola è subito esplosivo, presentandosi con tutte le sue note ben percepibili, ma si struttura man mano che lo si assaggia, raggiungendo note che molti altri prodotti non riescono a sfiorare. Un distillato estremo che bisogna assaggiare almeno una volta nella vita se ci si ritiene intenditori della bevanda.

Cocktail

Sempre più bartender si sono avvicinati al gin proposto da Botanist in virtù delle botaniche selvagge che danno un tocco di originalità al prodotto, creando dei cocktail che potete replicare anche a casa per stupire i vostri ospiti. Tra questi abbiamo il Botanist Martini, molto semplice ma d’effetto, con 70 ml di gin e 15 ml di vermouth secco, basta mescolare e aggiungere una buccia di limone per un drink elegante e raffinato.

Il Pomegranate Martini è una variante sul tema, con 70 ml di gin e 15 ml di vermouth secco a cui aggiungere acini di melograno, decorando con un rametto di timo fresco, il cocktail assumerà un colore leggermente rosato piacevole alla vista e all’olfatto.

Il Martini 50/50 invece vede una eguale quantità di gin Botanist e vermouth secco, solitamente 40 ml di entrambi, per chi preferisce i sapori meno intensi e vuole qualcosa di più equilibrato e meno aromatico.

 

Idea regalo

Nel 2019 l’Islay Gin ha conquistato la medaglia d’argento al San Francisco World Spirits Competition, un evento conosciuto a livello internazionale dove vengono premiati solo i migliori alcolici. Riuscire a conquistare il podio non è impresa da nulla e pertanto, qualora decidiate di fare un regalo a un amico, il prodotto potrebbe rivelarsi un’ottima soluzione in virtù della sua eccellente reputazione, aprendo ad appassionati e anche neofiti un nuovo spunto di riflessione sul gin poiché decisamente differente da altre proposte sul mercato.

Il prezzo potrebbe essere un po’ impegnativo, attenzione dunque se siete alla ricerca di qualcosa a buon mercato poiché non è il caso del prodotto Botanist. Se andrete fino in fondo, però, vi assicuriamo che non ve ne pentirete e scoprirete un gin dalla personalità sfaccettata.

Per capire dove acquistare Islay Gin non vi resta altro da fare che cliccare sul link in basso, verrete così indirizzati sulla pagina del venditore dove potrete effettuare la transazione in tutta sicurezza, attendendo comodamente che il prodotto venga consegnato direttamente a casa vostra.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI