Tom Collins: ricetta e origini del cocktail dall’accento inglese

Ultimo aggiornamento: 08.05.21

Tom Collins

Tempo di preparazione5 mins
 
Come preparare il Tom Collins Cocktail
 
Dosi per: 1 persona
 
Ingredienti:
  • 4,5 cl di Old Tom gin
  • 6 cl di seltz
  • 3 cl di succo di limone
  • 1,5 cl di sciroppo di zucchero
  • 1 goccia di Angostura
 
Per guarnire:
  • 1 ciliegia candita
  • 1 fettina di limone
 
Da servire con:
  • sformati di verdure
  • piatti vegetariani
  • soufflé di formaggio
  • carni bianche
 
 

Nel panorama dei drink “unforgettables”, il Tom Collins è una delle colonne portanti della miscelazione con una ricetta antica che risale addirittura alla fine dell’Ottocento. Scopriamo come si prepara questo iconico cocktail inglese e alcuni aneddoti sulla sua storia.

 

Per preparare un Tom Collins a regola d’arte gli ingredienti necessari sono Old Tom gin, succo di limone fresco, sciroppo di zucchero, soda e una goccia di Angostura. Fa parte della famiglia dei long drink e si contraddistingue per il sapore fresco e aromatico capace di conquistare anche i palati più esigenti.

Per fugare ogni dubbio sul nome del cocktail, che alcuni chiamano Tom Collins e altri John Collins, precisiamo subito che si tratta di due drink praticamente identici, con la stessa tecnica di preparazione e le stesse dosi, cambia solo il tipo di gin impiegato. Inoltre, la ricetta del Tom Collins è stata di recente codificata nella nuova lista ufficiale dei cocktail IBA (International Bartenders Association) come variante del fratellino John, che si realizza con il dry gin al posto dell’Old Tom, leggermente più dolce.

Malgrado la spudorata somiglianza con il Gin Fizz, con cui condivide la composizione, è un drink che non va shakerato ma preparato direttamente nel bicchiere collins, un tumbler alto e slanciato usato per servire i cocktail miscelati, quali appunto il Tom Collins da cui prende il nome. Il grado alcolico del drink è medio, ma la nota alcolica percepita al palato si rivela abbastanza leggera perché camuffata dalla sua strepitosa freschezza a cui si unisce l’intensa aromaticità del succo di limone, caratteristiche che lo rendono ideale nel dopo pasto ma anche come aperitivo da gustare in compagnia.

Sulle sue origini, le “fonti storiche” non sono ancora riuscite a trovare un accordo, con americani e inglesi che ne rivendicano la paternità. Di fatto, sembrerebbe più accreditata l’ipotesi secondo cui il creatore sia stato Tom John Collins, maître alla Limmer’s Old House di Londra alla fine dell’Ottocento. Ma a parte la storia, volete sapere come si realizza a casa  un autentico Tom Collins? Allora, senza perdere altro tempo, ecco la ricetta originale da Londra con amore!

 

Come si prepara il Tom Collins a casa

Per realizzare l’originale Tom Collins spremete mezzo limone per ricavare 3 cl di succo, che andrete a filtrare con un colino per rimuovere i residui di polpa e semi. Fatto questo, versate in un tumbler alto alcuni cubetti di ghiaccio e unite il gin, il succo appena spremuto e lo sciroppo di zucchero.

Mescolate gli ingredienti con un cucchiaino dal gambo lungo e allungate con la soda, lasciando cadere nel bicchiere una goccia di Angostura. Guarnite con la ciliegia candita e la fettina di limone prima di servire.

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments