Come preparare il Bloody Mary: ricetta e consigli

Ultimo aggiornamento: 05.12.21

Bloody Mary

Tempo di preparazione5 mins
 
Dosi per: 1 persona
 
Ingredienti:
  • 9 cl di succo di pomodoro
  • 4,5 cl di vodka liscia
  • 1,5 cl di succo di limone
  • 10 gocce di Worcestershire sauce
  • 1 spruzzata di Tabasco
  • 1 pizzico di sale
  • 1 spolverata di pepe
 
Per guarnire:
  • ½ fetta di lime
  • 1 costa di sedano
 

Il Bloody Mary è un cocktail unico nel suo genere ed è a base di vodka e succo di pomodoro. Deve il suo sapore piccante e avvolgente all’aggiunta del tabasco e della salsa Worcestershire. Vediamo come si prepara secondo la ricetta tradizionale.

 

Il Bloody Mary è tra i cocktail più celebri e consumati al mondo in virtù del suo sapore speziato e persistente che viene ulteriormente esaltato dal retrogusto piccante della Worcestershire sauce e del tabasco. Si tratta di un drink molto richiesto, soprattutto durante gli aperitivi pomeridiani, e perfetto per riscaldare le gelide serate invernali, ma c’è anche chi è solito gustarlo di mattina a stomaco vuoto per smaltire velocemente i postumi di una sbornia.

Il motivo del suo successo si deve, non solo alla semplicità di preparazione (sebbene sia comunque necessario rispettare scrupolosamente alcuni accorgimenti), ma anche al gusto unico e avvolgente dei suoi ingredienti.

L’elemento chiave per preparare un Bloody Mary a regola d’arte è sicuramente il succo di pomodoro, che deve essere di buona qualità per regalare al mix il suo inconfondibile sapore vellutato, mentre il grado alcoolico della vodka – pur non essendo protagonista del cocktail – si fonde alla perfezione con l’aromaticità pungente delle spezie.

Storia del Bloody Mary

Il Bloody Mary è un drink raffinato ed energizzante al tempo stesso, che fa della semplicità il suo principale vanto. Secondo la leggenda, nacque all’Harry’s Bar di New York nel luglio del 1964 e fu dedicato alla regina Maria I d’Inghilterra vissuta nel XVI secolo e soprannominata “La Sanguinaria”.

In origine, era preparato mescolando il succo di pomodoro con gli altri ingredienti a eccezione della vodka, che veniva versata a filo sopra la bevanda con un cucchiaino in modo che rimanesse in superficie per creare un primo impatto amarognolo volto a compensare la dolcezza del pomodoro. Ma ora basta con la storia e passiamo alla ricetta originale di questo grande classico della mixology da preparare comodamente a casa.

 

Come si prepara il Bloody Mary

Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, per realizzare un autentico Bloody Mary non occorrono grandi abilità da barman né articolati set da cocktail, ma solo un mixing glass alto dove prepare la base del drink. Per prima cosa spremete il limone, filtrate il succo con uno strainer direttamente nel bicchiere e versateci sopra il succo di pomodoro e la vodka. Mescolate il tutto delicatamente, poi condite con qualche goccia di Worcestershire sauce e una spruzzata di tabasco.

Completate la preparazione con una spolverata di pepe e una presa di sale, mescolando nuovamente con un cucchiaio a gambo lungo. A questo punto, aggiungete 3-4 cubetti di ghiaccio e guarnite a piacere con una cima di costa di sedano e uno spicchio di lime prima di servire.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI