Grasshopper: la ricetta del cocktail verde che non passa inosservato

Ultimo aggiornamento: 23.06.21

 

Grasshopper

Tempo di preparazione5 mins
 
Ingredienti e dosi del Grasshopper Cocktail
Dosi per: 1 persona
 
Ingredienti:
  • 2 cl di crema di menta verde
  • 2 cl di crema di cacao bianca
  • 2 cl di panna fresca (o crema di latte)
 
Per guarnire:
  • 1 rametto di menta
  • scaglie di cioccolato fondente

Già solo osservandone il colore è possibile distinguere il celebre Grasshopper dagli altri cocktail a base di menta. La consistenza cremosa e il sapore vellutato a cui nessuna papilla gustativa sa resistere completano il quadro di uno dei drink after dinner più amati di sempre. Vediamo come prepararlo a casa in poche semplici mosse.

 

Finito nel dimenticatoio per diversi anni a causa del suo sapore ridondante e della stucchevole dolcezza, oggi il Grasshopper – termine che letteralmente significa cavalletta in inglese – è tornato alla ribalta sul red carpet dei cocktail con menta, conquistando un posto d’onore nel cuore di tutti gli amanti dei drink dolci e cremosi.

Perfetto per un aperitivo informale o come after dinner, è estremamente semplice da preparare a casa proprio perché richiede solamente tre ingredienti: crema di menta verde, crema di cacao bianca e panna fresca, da agitare nello shaker del set da cocktail e servire in una coppetta ghiacciata con qualche fogliolina di menta fresca (o scaglie di cioccolato) come decorazione.

Riconosciuto ufficialmente dall’IBA nel 1961 tra i Contemporary Classic, oggi non si hanno prove certe in merito alle sue origini: alcuni ne attribuiscono la paternità a Philibert Guichet Jr, proprietario del Tujaque’s Bar a New Orleans, mentre altri sostengono sia stato ideato dal barman del Cytirion di Londra verso la fine degli anni Cinquanta, che lo realizzò dopo aver visto una cavalletta dal colore verde brillante sulla statua di Eros a Piccadilly Circus.

Nel 1998 il celebre cocktail verde fa la sua comparsa anche nel film “Ronin” con Robert De Niro, dove il protagonista Larry ordina un drink a base di gin, crema di menta e Brandy, da cui nacque l’omonimo “Ronin Grasshopper”.

Come si prepara il cocktail Grasshopper

Come facile intuire dai pochi ingredienti necessari, quando si vuole preparare un Grasshopper cocktail a regola d’arte nella propria cucina è quasi impossibile sbagliare: basta avere sotto mano uno shaker e una coppetta da cocktail ghiacciata. A ogni modo la preparazione non vi porterà via più di cinque minuti al massimo, quindi potrete cimentarvi con la ricetta in qualsiasi momento e anche con poco anticipo. Versate la crema di menta, la crema di cacao e la panna fresca nello shaker, insieme a un paio di cubetti di ghiaccio.

Chiudete il coperchio e agitate energicamente per una trentina di secondi in modo da montare bene la panna e ottenere un drink più cremoso e vellutato. A questo punto versate la miscela nella coppetta ben fredda e guarnite con delle foglioline di menta fresca o qualche scaglietta di cioccolato prima di servire.

 

Consigli e varianti

Sebbene per la realizzazione del Grasshopper si utilizzino le stesse dosi per tutti gli ingredienti, a seconda dei gusti e delle preferenze è possibile variare le quantità, aggiungendo per esempio più crema di cacao se si vuole ottenere un drink dal sapore più dolce o raddoppiando la dose di menta per renderlo più fresco e dissetante.

Infine, una variante molto gettonata di questo cocktail è il Vodka Grasshopper, che sostituisce la panna fresca con la vodka, seguendo lo stesso procedimento e le stesse proporzioni.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI