Hendrick’s – Recensione

Ultimo aggiornamento: 08.08.22

 

Principale vantaggio

Esistono sicuramente gin più economici di quello proposto da Hendrick’s, tuttavia ci troviamo davanti a una produzione unica grazie alla scelta di botaniche meno classiche, tra cui spiccano petali di rosa e cetriolo, quest’ultimo vero e proprio marchio di fabbrica del brand scozzese.

 

Principale svantaggio

Molto vegetale nel sapore, alcuni utenti potrebbero trovarlo troppo dolce e poco aromatico. Si tratta infatti di una bevanda ricercata per gli appassionati e per chi vuole realizzare dei mix interessanti dando libero sfogo alla fantasia.

 

Verdetto 9.2/10

Il rapporto qualità/prezzo è eccellente, i puristi potrebbero avere da ridire sulla composizione e scelta delle botaniche, tuttavia il gin non deve essere necessariamente fedele a se stesso nel tempo e sono apprezzate quindi varianti che cercano di elevarlo, abbandonando il concetto classico del distillato. 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Gin scozzese

Hendrick’s è un brand proveniente dalla Scozia, anche relativamente recente se consideriamo che ha iniziato la sua attività negli anni 2000. Per la distillazione utilizza un sistema a due fasi, con il Bennet, ovvero un contenitore in rame risalente 1860, e un Carter Head, che invece risale al 1948, tini che oggigiorno sono estremamente rari. Il Bennet macera le botaniche con alcol neutro durante la notte, prima della distillazione, dando vita a un liquido complesso e ricco, mentre il Carter Head le sottopone a un processo di riscaldamento tramite vapore, l’unione delle due produzioni genera quindi il tipico gin morbido, marchio di fabbrica di Hendrick’s.

Questa operazione avviene ancora oggi nel piccolo paesino di mare Girvan, nella Scozia sud-occidentale, in un luogo che ha un intrinseco misticismo e dove nel tempo sono state divulgate numerose leggende locali. Quando si parla di gin, però, più che di storie bisogna parlare di botaniche utilizzate, che è ciò che gli utenti finali riescono ad assaporare. 

Hendrick’s si avvale di undici botaniche, tra fiori, radici, frutti e semi, oltre alla classiche bacche di ginepro, per restituire il suo sapore unico. Tra gli ingredienti che non fanno parte della ricetta segreta abbiamo i petali di rosa e il cetriolo, quest’ultimo importante poiché potrebbe aver dato il nome al brand stesso dal momento che in gallese antico è definito con il termine “hendruscks”.

Mixologia

Il gin è una bevanda che può essere gustata liscia oppure on the rocks, e troverete molti appassionati che vi diranno addirittura che è l’unico modo corretto per assaporare il gin. Indubbiamente per chi apprezza tutte le note aromatiche del distillato, questo potrebbe essere il modo migliore per riuscire a distinguere un prodotto dall’altro ma la realizzazione di cocktail non è da escludere in toto poiché vi sono molti mix interessanti che potete realizzare a casa per i vostri ospiti e amici. Il gin Hendrick’s si presta particolarmente bene a questo utilizzo, vediamo dunque insieme alcuni drink.

Il primo che prendiamo in considerazione è l’intramontabile Gin & Tonic, semplice veloce e rinfrescante, tutto ciò di cui avete bisogno è gin e acqua tonica, con qualche fetta di cetriolo o limone per guarnire. Può essere servito in un bicchiere da long drink o un tumbler, a seconda delle vostre preferenze e, qualora utilizziate il gin Hendrick’s è consigliato terminare l’opera con qualche fetta di cetriolo per richiamare una delle botaniche principali del prodotto.

Anche il Cucumber Lemonade può fare la sua figura durante feste con amici, per la ricetta potete usare 50 ml di gin Hendrick’s, 20 ml di succo di limone, 20 ml di sciroppo di glucosio e concludere con soda per riempire il bicchiere di tipo highball, dando vita così a un mix tutto estivo.

La combinazione chiamata Supersonic Gin & Tonic è forse una delle nostre preferite poiché vede l’unione di 50 ml di gin, un cucchiaio di sciroppo di glucosio e 25 ml di caffè espresso, riempiendo il classico bicchiere highball con soda. L’unione di gin e caffè è interessante e dovrebbe essere assaggiata almeno una volta nella vita. Provare per credere.

Concludiamo i nostri consigli con l’omaggio Hendricks alla creatrice del gin della compagnia, il mix Lesley Gracie. Per prepararlo non avrete bisogno di ingredienti particolari ma vi basteranno 50 ml di gin, rigorosamente Hendrick’s in questo caso, 15 ml di estratto di fiori di sambuco e soda per riempire il bicchiere, decorando infine con tre fette sottili di cetriolo. Il gin Hendrick’s ha il vantaggio di avere un prezzo concorrenziale e si rivela una buona scelta anche come idea regalo grazie alla bottiglia dalla forma curata e intrigante.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI