Beluga Noble Russian – Recensione

Ultimo aggiornamento: 16.09.21

 

Principale vantaggio

La qualità degli ingredienti utilizzati per la realizzazione del distillato non lascia adito a dubbi, ci troviamo di fronte a una bottiglia di qualità che sia i neofiti sia gli appassionati possono gustare senza problemi di sorta.

 

Principale svantaggio

Il costo non è dei più contenuti, pertanto dovrebbe essere presa in considerazione solo da chi ha effettivamente interesse nel distillato e sa che potrebbe trovarsi di fronte un prodotto delicato e ricco di sfumature.

 

Verdetto 9.2/10

Beluga Noble è relativamente nuova come bevanda, nasce infatti nel 2002, tuttavia ha raggiunto in breve tempo lo status di vodka premium grazie all’attenzione del brand che vuole rivalutare il territorio russo. Se siete alla ricerca di un prodotto leggermente differente ma ricco di carattere, allora siete di fronte alla bottiglia adatta a voi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Eccellenza russa

Beluga nasce come brand nel 1999, raggiungendo velocemente però lo status di compagnia di successo nel campo degli alcolici. In 20 anni il gruppo russo ha macinato record, grazie soprattutto agli sforzi rivolti a stabilire metodi di produzione tecnologici e moderni. Le distillerie di Arkhangelsky e Mariinskij sono eccellenti esempi ed è proprio in quest’ultimo che viene realizzata la vodka Beluga, nata nel 2002 e da allora sulla cresta dell’onda, soprattutto tra gli appassionati. 

A renderla differente, però, non è solo il metodo di distillazione che si avvale delle migliori tecnologie, ma anche gli ingredienti che prevedono distillato di malto e acqua siberiana purissima, prelevata da pozzi artesiani a 300 metri di profondità. La purificazione dell’acqua garantisce l’eliminazione di qualsiasi impurità, effettuata tramite cinque diversi passaggi: tre con carbone attivo e due con sabbia di quarzo. In seguito, la vodka riposa per un mese circa, dissolvendo così qualsiasi odore troppo forte e lasciando più spazio alle note profumate del distillato.

Esperienza siberiana

La bottiglia si presenta con una finitura elegante, un classico dei prodotti premium: l’etichetta riporta il nome e il logo della compagnia, ovvero lo storione beluga, dal quale si ottiene il caviale più pregiato al mondo. Un dettaglio interessante è che lo stesso storione è in rilievo, ed è applicato a mano su ogni singola bottiglia.

All’apertura del sigillo non si viene colpiti da un forte odore di alcol ma questo passa in secondo piano dando subito un’ottima impressione globale, assaggiando la vodka Noble si viene trasportati direttamente nel territorio siberiano e l’esperienza è addolcita da leggeri sentori speziati e un retrogusto di miele che la rende perfetta anche per il consumo diretto, senza alcuna aggiunta.

Non si tratta, come potrete immaginare, di un prodotto economico, tuttavia vale la pena aggiungerla alla propria collezione qualora siate grandi estimatori del distillato e, in qualità di regalo, vi permetterà di entrare subito nelle grazie anche dei vostri più acerrimi rivali.

 

Liscia o no?

Considerando le caratteristiche della vodka Beluga Noble verrebbe subito da pensare che consumarla in cocktail e mix può essere un vero e proprio sacrilegio e che andrebbe gustata esclusivamente liscia per evitare distrazioni. In realtà, non c’è nulla di più lontano dalla verità e si presta bene anche per drink eccentrici, vediamone alcuni insieme.

Il Moscow Mule è uno dei cocktail a base di vodka più particolari che possiate realizzare poiché per la sua preparazione è necessario disporre di un boccale in rame. Al suo interno dovrete versare quindi 4,5 cl di vodka, 12 cl di ginger beer e una piccola quantità di succo di lime, possibilmente fresco. Non si shakera ma si mescola leggermente direttamente nel boccale, ricordando di aggiungere ghiaccio e decorando infine con una fettina di lime tagliata sottile.

Restando in territorio russo, segnaliamo anche il White Russian, per il quale avrete bisogno di 30 ml di vodka Beluga Noble, 30 ml di liquore al caffè, 30 ml di latte e cubetti di ghiaccio. Aggiungete questi ultimi al bicchiere, possibilmente un old fashioned da 200 ml, versando direttamente sul ghiaccio gli ingredienti e mescolando leggermente al termine prima di servire. Come guarnizione potete usare un paio di chicchi di caffè tostati che richiamano il liquore aromatizzato.

Concludiamo infine con il Pink Polka, che proprio come sottolinea il nome ha un aspetto rosato, gli ingredienti sono i seguenti: 30 ml di vodka Beluga Noble, 30 ml di succo d’uva, 10 ml di sciroppo Grenadine Jack Rudy, 40 ml di soda al limone e abbondante ghiaccio.

Il tutto deve essere versato in un bicchiere alto per mescolare gli ingredienti, successivamente vanno filtrati in un bicchiere da cocktail prima di servire.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI