Bortolomiol Valdobbiadene Superiore Extra Dry – Recensione

Ultimo aggiornamento: 18.04.21

 

Principale vantaggio

La confezione prevede ben sei bottiglie di Valdobbiadene Superiore a un prezzo estremamente concorrenziale. Se siete alla ricerca di un ottimo prosecco per intrattenere i vostri ospiti senza spendere cifre da capogiro, si rivela una buona soluzione.

 

Principale svantaggio

Non si sbilancia troppo e quindi non garantisce le qualità tipiche del prosecco meno zuccherino o quello più dolce. Si tratta di un vino adatto unicamente agli utenti che non apprezzano i sapori eccessivamente decisi.

 

Verdetto: 9.4/10

Sul mercato è sicuramente possibile trovare bottiglie più pregiate o dalle caratteristiche maggiormente ricercate, tuttavia, grazie alla produzione tradizionale e l’uso di uve Glera, il vino Bortolomiol si inserisce a pieno titolo tra le eccellenze con prosecchi a denominazione origine controllata garantita.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Dalla terra del prosecco

Dal 1760 la casa Bortolomiol produce vini e in particolare prosecco. Considerata l’antichità della cantina si può immediatamente immaginare una lunga esperienza nel processo di selezione delle uve e di realizzazione della bevanda, tuttavia è solo nel dopoguerra che ci fu una vera e propria rivoluzione a opera di Giuliano Bortolomiol che innalzò il livello qualitativo dei prodotti della casa. 

Quello che ci troviamo qui ad analizzare è il Valdobbiadene Superiore DOCG Extra Dry, conosciuto precedentemente solo con quest’ultima dicitura, prima dell’espansione della linea.

Questo Millesimato Senior è il secondo nella gradazione che vede i vini Bortolomiol andare dal più secco al più zuccherino, collocandosi esattamente nel mezzo. Con una dose di zuccheri equilibrata si presenta come un vino per ogni occasione, sia per intrattenersi con gli amici, sia per aperitivi, sia per accompagnare piatti della tradizione dalle minestre di verdure fino alle carni più grasse.

Uve

Il Valdobbiadene Superiore Extra Dry viene realizzato principalmente con uve provenienti dalle vigne migliori coltivate in zona, al 100% della varietà Glera. Per l’affinamento sono poi necessari circa tre mesi, periodo nel quale sviluppa tutte le sue caratteristiche come il colore giallo paglierino con riflessi che oscillano su tonalità verdi, un perlage fine e persistente con un bouquet aromatico, delicato e tendente al floreale. 

Al palato è vellutato e restituisce sensazioni fresche e armoniose. Per quanto concerne invece la temperatura di servizio, come per la maggior parte dei vini bianchi, preferisce temperature non eccessivamente alte, preferibilmente intorno ai 6 °C.

La confezione prevede in questo caso sei bottiglie da 750 ml a un prezzo estremamente conveniente, rivelandosi un acquisto interessante per gli utenti che consumano abitualmente prosecco, per chi deve organizzare una festa o deve celebrare un evento importante.

Gli utenti abituati a bere Brut o Demi-sec potrebbero trovarlo un po’ troppo equilibrato, tuttavia per i neofiti che vorrebbero immergersi nel mondo del prosecco (ecco la nostra lista dei migliori prodotti), potrebbe essere un buon punto di inizio.

Relativamente alla conservazione, qualora vogliate tenerle da parte per il consumo personale, è consigliato posizionare le bottiglie in orizzontale, in un luogo che abbia un’umidità pari ad almeno il 60% con temperature non superiori ai 12 gradi. Eviterete così che il tappo di sughero si secchi e l’ossigeno entri nella bottiglia.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments