Il miglior prosecco

Ultimo aggiornamento: 11.07.20

24

 

 

Le nostre selezioni dei migliori prosecchi

 

Tramite la nostra classifica, che potete trovare più in basso, scoprirete quelli che i consumatori ritengono i migliori prosecchi del 2020. Tale selezione è stata effettuata tenendo presente non solo il costo delle singole bottiglie ma soprattutto il rapporto qualità/prezzo.

Se dovete fare un regalo o acquistare un vino per occasioni speciali ma non sapete come scegliere un buon prosecco, affidatevi alle nostre recensioni.

 

 

1. Mionetto Prosecco Doc Treviso 3 bottiglie 0,75 lt. Luxury

 

Tra i prodotti più venduti spicca il Prosecco Doc di Treviso realizzato da Mionetto, cantina nata nel 1887 nelle colline di Valdobbiadene, una delle principali zone in cui viene realizzato il vino. È riuscita a imporsi poi nel mercato internazionale grazie anche all’acquisizione del gruppo tedesco Henkell Freixenet, che ne ha portato prestigio e qualità in tutto il mondo.

Il prosecco Doc è qui venduto in tre bottiglie da 0,75 litri l’una, set ideale per una serata di festeggiamenti per condividere il sapore dolce e fruttato del vino con amici e parenti. 

Parliamo di uno spumante extra dry, realizzato con il metodo Charmat: dopo una fermentazione iniziale è necessario effettuarne una seconda in tini d’acciaio a temperatura controllata, aggiungendo eventualmente zucchero e lieviti che mettono in atto una trasformazione divenendo alcol e CO2, producendo le bollicine che è possibile trovare nel vino. Utilizzato non solo per aperitivi ma può accompagnare anche dei leggeri antipasti di pesce.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Maschio Prosecco Valdobbiadene Docg 750 ml

 

Una delle offerte più interessanti è quella delle cantine Maschio, situate nella zona di Valdobbiadene. Il prosecco superiore millesimato qui proposto è dell’annata 2017, composto a maggioranza da Glera, per l’85%, mentre il restante 15% è di vitigni complementari.

Nella preparazione del vino, come la stessa Maschio sostiene, vengono utilizzate solo uve e mosti dell’annata indicata sull’etichetta, c’è quindi una vera garanzia di bevanda millesimata e non un mix che i palati più sopraffini potrebbero immediatamente individuare.

Le note aromatiche tendono al cedro e i fiori d’acacia mentre il sapore restituisce al palato note fruttate, dettagli che rendono questo vino ideale per accoppiamenti con pasti leggeri come a base di pesce. 

Ottimo anche come aperitivo e per accompagnare il consumo di torte da forno, possibilmente servito a una temperatura compresa tra 6 e 8° centigradi. Il prezzo, però, non è dei più bassi, soprattutto se paragonato a quello di altre proposte qui elencate.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Bortolomiol Prosecco Superiore Docg Extra Dry 2018 Senior 6 bottiglie 0,75 lt.

 

Se consideriamo i vini venduti online, quelli di Bortolomiol potrebbero rivelarsi i prodotti con il miglior rapporto qualità/prezzo. Si tratta di una cantina antica, risalente al 1760, ma che solo nel dopoguerra ha visto una produzione qualitativamente superiore grazie a Giuliano Bortolomiol. Per la realizzazione del prosecco superiore Senior, Docg Extra Dry, annata 2018, vengono utilizzate le uve delle vigne migliori di Valdobbiadene. Queste, dopo l’iniziale processo di vinificazione, vengono trasferite nell’autoclave per continuare la fermentazione e acquisire il classico colore giallo paglierino.

Possiede una equilibrata dose di zuccheri residui, ideale dunque per il consumo come aperitivo, per accompagnare pasti a base di verdure e minestre ma anche interiora, equilibrando le parti grasse con la sua freschezza.

La confezione qui proposta prevede sei bottiglie da 750 ml, un acquisto dunque che può essere condiviso con amici e parenti o per creare una propria cantina personale. Ricordate però di attenervi a tutte le regole di conservazione qualora non consumiate le bottiglie entro un mese dall’acquisto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Carpenè Malvolti Prosecco Extra Dry Docg 75 cl

 

La cantina, con sede a Conegliano, è una delle più antiche tra quelle a conduzione familiare sul territorio italiano. Nasce nel 1868 e nel 1924 presenta una delle prime bottiglie con etichetta “Prosecco”. Optare per la variante Extra Dry della cantina, significa dunque assaggiare un secolo di attività di perfezionamento del vino.

Non deve sorprendere dunque il costo generalmente più elevato di una sola bottiglia, si rivela infatti una scelta per veri intenditori. Realizzato da uve Glera coltivate nelle colline indicate come Docg di Conegliano Valdobbiadene, presenta all’apertura delle note fruttate, vegetali e floreali.

Come la maggior parte dei prosecchi si abbina molto bene a piatti leggeri della tradizione mediterranea, fritto di pesce e verdure. Per scoprire dove acquistare il prosecco Extra Dry di Carpenè Malvolti, non vi resta altro da fare che cliccare sul link in basso per essere portati direttamente sul sito del venditore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Villa Sandi Prosecco Il Fresco Brut 6 bottiglie 700 ml

 

Il Fresco, un brut della cantina Villa Sandi, è prodotto nella zona Doc di Treviso. Si presenta con un colore giallo paglierino brillante mentre il bouquet ha note di mela golden e fiori montani. Trattandosi di un Brut non ha un sapore eccessivamente secco ma, proprio come suggerisce il nome del prodotto, è fresco e morbido. Ideale se servito a temperature basse, tra 6 e 8° centigradi.

Secondo i pareri degli utenti potrebbe rivelarsi dolce a primo impatto, quindi apprezzabile se consumato con piatti che ne bilancino tale caratteristiche. Villa Sandi è presente sul territorio dal 1622 ma solo con la famiglia Moretti Polegato è stata tramutata in vero e proprio simbolo della coltura della vigna su basi moderne, realizzando una quantità di offerte che non si limitano al solo Brut qui presentato ma spaziano in diverse tipologie di prosecco.

Se siete ancora indecisi su quale prosecco comprare, Il Fresco potrebbe essere un ottimo punto di partenza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Blu Val D’Oca Prosecco Doc Treviso Millesimato 6 bottiglie

 

Val D’Oca, come tante altre cantine che abbiamo avuto modo di analizzare, iniziò un processo di modernizzazione e di perfezionamento dei vini prodotti a partire dal dopoguerra, momento in cui si sentiva in maniera pressante la necessità di migliorare il sistema produttivo e la qualità dei prodotti.

Nasce così dopo decenni di lavoro uno dei prosecchi millesimati di alta qualità, esportati in tutto il mondo. Il vino spumante Extra Dry, qui proposto in sei bottiglie da 750 ml a un prezzo vantaggioso, si presenta limpido e trasparente con aromi di petali di rosa e glicine. Accompagna piatti a base di pesce, verdure alla griglia, dando il meglio di sé proprio come aperitivo.

La varietà di uve utilizzate è naturalmente Glera, nome storico del vitigno a bacca bianca che costituisce per l’85% la maggior parte delle produzioni di prosecco. Alcuni utenti l’hanno ritenuto un po’ troppo frizzante, attenzione dunque in fase d’acquisto se tale caratteristica non è di vostro gradimento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

7. Fine Food Store Di Maria Prosecco 750 ml Vino vintage

 

Il vino proposto da Fine Food Store, delle cantine Di Maria, non è il più pregiato della nostra lista e non può essere definito esattamente il miglior prosecco sul mercato. Tuttavia, potrebbe rivelarsi una buona idea regalo per amici o parenti grazie principalmente alla deliziosa confezione vintage che accompagna la bottiglia. Si tratta infatti di un astuccio in legno con chiusura metallica che impreziosisce notevolmente l’articolo.

Un esperto di vino, però, potrebbe sì apprezzare il gesto ma non essere entusiasmato dal sapore della bevanda che, secondo quanto riportano i consumatori, rientra nella media e non spicca particolarmente per note fruttate o dolcezza. Due delle componenti principali ricercate nella degustazione di prosecco.

Il costo è un po’ elevato, dato fondamentalmente dalla presenza del contenitore in legno. In definitiva il rapporto qualità/prezzo è leggermente sbilanciato, confermando le impressioni di alcuni utenti. Abbiamo sicuramente avuto modo di analizzare opzioni migliori.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

8. Bottega Poeti Prosecco Docg Extra Dry 6 bottiglie 750 ml

 

La cantina esporta prosecco in ben 132 Paesi in tutto il mondo e ha ottenuto una gran quantità di premi e riconoscimenti. Optare per un vino Bottega, quindi, significa scegliere attentamente ciò che si beve.

Il prosecco Valdobbiadene Superiore Docg è un Extra Dry, ottenuto da uve coltivate nella provincia di Treviso, nella zona considerata “d’oro” per la tipologia, ovvero tra Conegliano e Valdobbiadene. Riconosciuto come Docg nel 2009, è una vera e propria eccellenza nel campo. Tra gli aromi percepiti all’apertura si possono identificare quelli fruttati, come mela verde e pera, oltre che quelli floreali tipicamente primaverili con fiori come glicine e mughetto.

La temperatura di servizio deve essere un po’ più bassa del normale, idealmente a 4° centigradi, e può essere sfruttato sia per preparare cocktail sia per accompagnare verdure dal gusto acido come il radicchio e gli asparagi. A differenza di altri prosecchi si sposa bene anche con carni bianche e risotti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

9. Bottega Gold Prosecco Doc 6 bottiglie 20 cl

 

Sempre dalle cantine Bottega, eccellenza italiana per quanto riguarda la produzione di prosecco, abbiamo la bottiglia di prosecco Gold. Si tratta di un’ottima scelta per chi cerca un vino a prezzi bassi, trattandosi infatti del più economico della nostra lista.

Il Gold è ottenuto dalla vinificazione classica di uve Glera, molto frizzante e quindi indicato per gli aperitivi più che per l’accompagnamento di pasti. Può comunque essere utilizzato anche per piatti un po’ più strutturati come carni bianche alla griglia o verdure stufate.

Gli utenti che hanno avuto modo di provarlo sottolineano come sia ottimo anche per creare cocktail come il Bottega Lemon Spritz, a cui aggiungere limoncino, soda e ghiaccio, oppure il classico Mimosa.

L’aspetto è molto elegante grazie alla bottiglia completamente di colore dorato, rivelandosi dunque adatto anche per un regalo a un estimatore o per il consumo in una occasione speciale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

10. Tosti Prosecco Doc Brut “I Like” 6 bottiglie 750 ml

 

L’ultima opzione della nostra classifica è il nuovo brut realizzato da Tosti, cantina che produce spumanti e vini fin dal 1820, con una lunga storia alle spalle dunque nella realizzazione di prodotti differenti, alla ricerca dei migliori vitigni.

Il prodotto è chiamato “I Like Prosecco” e possiede un colore giallo tenue con riflessi brillanti, chiaramente percepibile grazie alla bottiglia trasparente. All’apertura emana un profumo fresco con note agrumate e di pera mentre il sapore è molto netto, pur mantenendo un notevole equilibrio tra profilo zuccherino e acidità.

Può essere consumato con crostacei, come aperitivo e persino come base per cocktail. L’offerta qui analizzata e raggiungibile cliccando sul link in basso, prevede sei bottiglie da 750 ml a un prezzo estremamente contenuto, ideale se state organizzando una festa per celebrare un evento o semplicemente per divertirvi con i vostri amici o parenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Origini e uso

 

Storia

Per chi non avesse mai avuto modo di bere un bicchiere di prosecco, chiariamo che si tratta di un vino bianco realizzato principalmente nelle regioni del Veneto e Friuli-Venezia Giulia. La dedizione nella realizzazione di tale bevanda gli è valsa la certificazione IGT, ovvero indicazione geografica tipica, negli anni ’90, per poi passare a quella DOC, denominazione di origine controllata nel 2009.

Nonostante tali riconoscimenti siano recenti, però, il vino ha una lunga storia e veniva già citato da Plinio in alcuni suoi testi, con l’appellativo di “vino pucino” poiché prodotto a nella località di Castellum Pucinum, in provincia di Trieste.

Si diceva che tale bevanda avesse proprietà rinvigorenti, tanto da permettere all’imperatrice Livia, moglie dell’Imperatore romano Ottaviano Augusto, di raggiungere una veneranda età. La fama si diffuse ulteriormente grazie ai resoconti del medico Galeno, vissuto un secolo dopo la morte di Livia, che riportava i benefici del consumo di vino pucino.

L’attuale nome di prosecco, però, apparve solo molto più tardi. Precisamente sembra che venne citato per la prima volta nel 1754 all’interno del poema Il Roccolo Ditirambo, scritto da Valeriano Canati. 

Tale definizione, veniva ancora una volta da una località ben specifica, ovvero il castello di Moncolano, chiamato anche torre di Prosecco, identificato durante il periodo rinascimentale con l’antico Castellum Pucinum che dava il nome al vino prodotto in zona durante l’epoca di Plinio.

 

Mix

Il prosecco si usa per una gran quantità di cocktail grazie alle sue proprietà fresche e leggere. Tra i più famosi non possiamo non citare lo Spritz, nato già durante la metà dell’800 quando gli austriaci mescolavano vino con acqua fortemente gassata. Tale cocktail è molto famoso soprattutto nell’area veneta dove viene realizzato con prosecco e aggiunta di Campari o Aperol a scelta del consumatore, guarnendo il tutto con una fetta d’arancia.

Popolare sul territorio italiano anche il Negroni sbagliato, che prevede l’utilizzo di vermut rosso, prosecco e gelatina di Campari. Molto più antico e leggendario è invece il Cosmopolitan, nato nel 1927 a opera del barman Harry MacElhone. Richiede una preparazione precisa e bisogna versare nel mixer gli ingredienti nel seguente ordine: succo di lime, succo di mirtillo, vodka cointreau. Miscelare dunque con ghiaccio e versare poi in un bicchiere da cocktail, aggiungendo alla fine il prosecco.

 

Conservazione

Se avete acquistato delle bottiglie di prosecco importanti e volete conservarle nel migliore dei modi, bisogna seguire delle regole ben precise per far sì che si mantengano nel tempo. Una bottiglia di prosecco può essere posizionata in frigo per un mese circa, non di più. Si tratta infatti di un luogo eccessivamente asciutto che porta i tappi di sughero a seccarsi.

Il posto migliore deve avere un’umidità di circa il 60% e una temperatura tra 10 e 12 gradi. Solitamente gli unici luoghi che corrispondono a tali criteri sono le cantine. Per quanto riguarda invece l’orientamento della bottiglia, deve essere verticale se il consumo avverrà in periodi brevi, di circa 6/10 mesi. 

Qualora la conservazione dovesse superare tale limite, è opportuno posizionare le bottiglie in orizzontale. Questo accorgimento è importante poiché il liquido, a contatto con il tappo di sughero, lo tiene umido e ben espanso, evitando così che entri aria alterando le proprietà organolettiche del vino.

 

Valori nutrizionali

Un bicchiere di prosecco, pari a circa 100 ml di vino, possiede un apporto calorico di 69 kcal, di cui l’1% è composto da zuccheri. Effettuando una comparazione con altri vini, il prosecco si rivela, se bevuto da solo, molto leggero e poco calorico. Tuttavia bisogna ricordare che nella maggior parte dei casi, a meno che non si tratti di un brindisi o situazioni specifiche, lo si trova sempre mescolato all’interno di cocktail che modificano i valori nutrizionali base.

Bere responsabilmente

Come tutti gli alcolici, il prosecco innalza il tasso alcolemico, tanto più se mescolato con altri vini o liquori di vario genere. Mettersi al volante anche dopo aver bevuto un solo cocktail può valere il ritiro della patente, pertanto ricordate sempre di designare un guidatore che resti sobrio durante le vostre serate con amici.

Anche qualora siate in casa e non dobbiate utilizzare l’auto, vale sempre la stessa regola: bere in modo responsabile. Parliamo infatti di un vino che, sebbene abbia un sapore dolce, può comunque arrecare danno se consumato in grandi quantità, come qualsiasi altra bevanda alcolica. Un paio di bicchieri possono accompagnare un pasto ma andare oltre significa sottoporre a stress il proprio fegato e tutto l’organismo.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments