Crystal Head Vodka – Recensione

Ultimo aggiornamento: 16.09.21

 

Principale vantaggio

L’elemento che più convince della vodka Crystal Head è la bottiglia originale e perfetta per un collezionista, si tratta infatti di un teschio di cristallo che potrete esporre nella vostra vetrinetta, sorprendendo tutti i vostri ospiti.

 

Principale svantaggio

Se il processo produttivo della vodka è sicuramente particolare, non vi sono ingredienti di spicco che la rendono diversa rispetto ad altre proposte, si rivela quindi poco adatta per gli utenti che preferirebbero qualcosa che esca fuori dagli schemi.

 

Verdetto 9.2/10

Già il solo sapere che dietro al brand c’è il geniale Dan Aykroyd potrebbe convincere molti all’acquisto, tuttavia ricordiamo che la Crystal Head Vodka ha un prezzo più elevato rispetto alla media proprio in virtù della bottiglia estremamente particolare. Da prendere in considerazione solo se non avete un budget contenuto e amate i prodotti dal packaging curato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Teschio di cristallo

Regalare una bottiglia di vino, liquori o distillati può essere una buona idea se volete stupire un amico particolarmente appassionato, tuttavia per fare bella figura non basta acquistare il primo prodotto che capita a tiro, d’altronde a nessuno piace ricevere in dono una bevanda scadente e mal confezionata. Qualora siate alla ricerca di qualcosa di particolarmente originale, che abbia stile e possa essere messa in mostra in una collezione, allora Crystal Head Vodka si rivela una scelta interessante.

Il brand canadese è stato fondato nel 2007 dal famoso attore Dan Aykroyd, che molti ricorderanno per film classici come The Blues Brothers, Una poltrona per due e Ghostbusters, in collaborazione con l’artista John Alexander. A colpire è soprattutto la bottiglia prodotta in Italia, un vero e proprio teschio di cristallo trasparente, per omaggiare la teoria secondo la quale tredici manufatti simili, che iniziarono a diffondersi nei circoli accademici e archeologici nel diciannovesimo secolo, fossero stati prodotti da una civiltà precolombiana.

Un simpatico aneddoto legato alla distribuzione della vodka in questa originale bottiglia vide coinvolto il film Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo, Aykroyd infatti temendo di dover pagare diritti a Steven Spielberg gli parlò della sua idea, il regista però rimasto particolarmente colpito decise di stringere un accordo per promuovere entrambi i prodotti, facendola servire alla prima del film.

Caratteristiche

Tralasciando l’aspetto estetico, sicuramente d’impatto, diamo un’occhiata al prodotto principale, ovvero la vodka contenuta all’interno del teschio. Questa viene prodotta in Canada utilizzando il mais regionale, distillando quattro volte il cereale e mescolandolo ad acqua di fonte proveniente da Newfoundland. Successivamente è filtrata per sette volte, tre di queste attraverso rari cristalli di quarzo chiamati diamanti Herkimer. 

Al naso si possono avvertire delle lievi note agrumate, che non colpiscono però eccessivamente rientrando nei gusti degli appassionati che gradiscono maggiormente vodka  dai toni neutri. Al palato è morbida e lascia spazio al sapore di vaniglia, concludendo sul finale con una consistenza cremosa e dolce.

Come distillato è molto classico e non spicca per innovazione, pertanto gli utenti interessati al prodotto dovrebbero prenderla in considerazione principalmente per l’effetto scenico della bottiglia, che stupirà senza dubbio tutti i vostri conoscenti. Il prezzo è più elevato della media, come si può facilmente immaginare, non è dunque adatta a chi ha un budget limitato.

 

Cocktail

La neutralità della vodka Crystal Head la rende una scelta idonea alla realizzazione di mix classici e peculiari, vediamo dunque alcuni di quelli consigliati dallo stesso produttore, partendo da un vero e proprio caposaldo: OG Martini. Avrete bisogno di 70 ml di vodka, 10 ml di vermouth secco e una pannocchia di mais baby, da utilizzare come decorazione. Versate gli ingredienti in un bicchiere, mescolandoli con ghiaccio per una ventina di secondi, successivamente filtrate in un bicchiere da martini e inserite la pannocchia baby.

Il Crystal Cranberry Skull richiede un po’ più di pazienza e uno shaker, gli ingredienti sono i seguenti: 45 ml di vodka, 30 ml di succo di mirtillo rosso, 10 ml di succo di lime fresco. Versate il tutto nello shaker, aggiungendo due fettine di cetriolo, 3 foglie di menta e qualche mirtillo. Non dimenticate ghiaccio in abbondanza e agitate energicamente per una ventina di secondi circa. Filtrate per due volte in un bicchiere da cocktail ghiacciato e per decorazione sfruttate una foglia di menta.

Interessante anche il Dan’s 54 bar car, che prevede 60 ml di vodka, un po’ di vermouth secco, un po’ di salamoia di olive e per decorazione una piccola cipolla in agrodolce. 

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI