Mionetto DOC Treviso – Recensione

Ultimo aggiornamento: 20.10.21

 

Principale vantaggio

Il prosecco è uno dei vini più apprezzati per situazioni formali e informali grazie alla sua dolcezza e le bollicine che lo rendono adatto come aperitivo e anche per accompagnare i pasti. Lo spumante Extra Dry prodotto da Mionetto è venduto in una comoda confezione da tre bottiglie, per averne sempre una a disposizione in qualsiasi momento, da condividere con amici e parenti.

 

Principale svantaggio

Come Extra Dry ha un residuo zuccherino leggermente maggiore alla media, di norma infatti si parte da un minimo di 12 grammi per litro mentre in questo caso il valore minimo è di 14 grammi per litro. Un dettaglio che potrebbe rivelarsi di estrema importanza per appassionati alla ricerca di un prodotto specifico.

 

Verdetto: 9.8/10

Nonostante alcune piccole variazioni del residuo zuccherino, lo spumante Extra Dry della serie Luxury di Mionetto è un prodotto apprezzato sia a livello nazionale sia internazionale. Se siete alla ricerca di un vino da bere in qualsiasi occasione, allora non potete lasciarvi sfuggire l’occasione qui presentata grazie anche a un prezzo estremamente conveniente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Azienda secolare

Nella zona produttiva principale del vino prosecco, le colline di Valdobbiadene nel trevigiano, fu fondata nel 1887 la casa Mionetto. La passione per il vino che ha caratterizzato questi produttori è stata portata avanti nei secoli a venire, in modo aderente alla tradizione, fino a quando nel 2008 la compagnia che aveva raggiunto una certa fama anche in ambito internazionale, fu acquisita dal gruppo tedesco Henkell Freixenet. Ciò non ha impedito però ai discendenti di Francesco Mionetto di continuare a creare con passione il miglior prosecco possibile, mantenendo un contatto con il luogo d’origine.

Che cosa vi portate a casa

L’offerta che abbiamo analizzato per voi è costituita da tre bottiglie da 0,75 litri l’una di spumante Extra Dry della linea Luxury, quindi leggermente dolce oltre che frizzante, con un residuo zuccherino compreso tra i 14 e i 17 grammi per litro. Il prodotto è quindi adatto a tutti i consumatori che non amano particolarmente la versione Brut o Dry e vogliono qualcosa che sia esattamente nel mezzo.

 

Metodo Charmat

Per la produzione di questi vini si sfrutta il metodo Charmat, introdotto da Mionetto nel 1982. Per chi non avesse familiarità con il termine, si tratta di una fermentazione in autoclave che permette allo spumante di conservare tutte le proprie tonalità e i profumi essenziali. 

Si parte con la lavorazione tramite pressatura, poi il tutto viene trasferito per una fermentazione a temperatura controllata presso i conferitori e l’ultima è nelle autoclavi invece che in bottiglia. La gradazione alcolica raggiunge l’11%, quindi molto gradevole e va servito preferibilmente freddo, con una temperatura non superiore ai 6°C.

Relativamente agli abbinamenti, è uno spumante molto versatile e può fungere sia da aperitivo sia da accompagnamento a piatti di pesce e molluschi, risotti, torte salate e pasticceria mediamente dolce.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI